Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, la Pat ''disciplina'' il Green pass: ''Si possono usare all'ingresso gli strumenti telematici: se verde ok, se il semaforo diventa rosso non si entra''

La provincia di Trento intende acquistare circa un centinaio di questi strumenti, il fabbisogno è stato calcolato sulla base dei termoscanner. Questi lettori vengono messi a disposizione degli ospedali, delle Rsa, dei musei e di tutte quelle strutture pubbliche indicate dal governo. Fugatti: "Anche i privati possono acquistarli"

Di L.A. - 02 August 2021 - 12:35

TRENTO. E' pronta una delibera della Provincia di Trento, il presidente Maurizio Fugatti intende firmare un provvedimento per "disciplinare" il Green pass. Un esercente in Trentino può seguire le regole nazionali oppure affidarsi agli strumenti telematici: una persona passa i codici sul lettore e in caso di semaforo verde può entrare, altrimenti scatta il rosso con l'emissione di un suono per allertare che il cliente non può far ingresso nel locale.

 

"Noi - dice Fugatti - non mettiamo in discussione l'applicazione del Green pass. Magari non è utilissimo in questa fase dell'emergenza, ma può essere uno strumento importante per quelle attività che possono restare aperte in caso di rischio chiusura se ci fosse un peggioramento della situazione. Non ci convince come è stato pensato soprattutto per le conseguenze che può avere su alcune categorie economiche, come alberghi, ristoranti, bar e pubblici esercizi in generale".

 

Il 6 agosto è il giorno in cui scatterà l'obbligatorietà del Green pass per consumare seduti al tavolo al chiuso nei ristoranti e nei bar, per entrare nei cinema e nei teatri e per tutta una serie di attività. "Abbiamo cercato un po' di industriarci - aggiunge il presidente della Provincia - per cercare di alleviare e non di sostituire il Green pass. Poi l'esercente può applicare le regole che ci sono e va bene comunque. Cerchiamo di coniugare l'esistenza del Green pass con la percorribilità professionale delle categorie che non si devono trasformare in un pubblico ufficiale".

 

Questa possibilità viene disciplinata nella delibera: "Un percorso sul quale ci abbiamo lavorato molto in queste ore. Non sostituisce il Green pass - aggiunge Fugatti - ma questa misura diventa più gestibile da queste categorie. Gli esercenti interessati possono trovare questa possibilità sul mercato. Noi provvediamo agli acquisti per la parte pubblica, mentre i privati si devono organizzare: la Pat non può fare da tramite per la parte privatistica".

 

"Questa idea nasce da un motivo chiaro - commenta l'assessore Roberto Failoni - la preoccupazione da parte degli esercenti è quella di non poter fare da agenti. Si è pensato a questi strumenti telematici per individuare la persona con la positività o la negatività nell'avere il Green pass. La persona arriva e viene individuato se può entrare oppure deve restare fuori. Questo strumento è innovativo e il Trentino può essere pioniere in questo senso. C'è la tranquillità per ogni impresa di poter agire in maniera meno costrittiva verso i clienti. Non sappiamo il costo, ma credo che tutti possono sostenere l'investimento: questo strumento servirà per parecchio tempo perché ora c'è la stagione estiva, poi quella autunnale e soprattutto l'inverno".

 

La provincia di Trento intende acquistare circa un centinaio di questi strumenti, il fabbisogno è stato calcolato sulla base dei termoscanner. Questi lettori vengono messi a disposizione degli ospedali, delle Rsa, dei musei e di tutte quelle strutture pubbliche indicate dal governo.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 27 settembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
28 settembre - 06:01
Il rifugio Filzi sul Finonchio ha chiuso la scorsa settimana la stagione estiva ed ora proseguirà, tempo permettendo, le aperture nei weekend. I [...]
Cronaca
28 settembre - 08:28
L'epicentro è nella provincia di Treviso e il sisma è stato avvertito anche nei territori vicini. Le prime due scosse sono state avvertiti [...]
Cronaca
28 settembre - 07:23
L'incendio si è sviluppato in un'azienda agricola di Ora, ad intervenire oltre ai vigili del fuoco del posto anche il corpo di Egna. Non ci sono [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato