Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, numeri preoccupanti in Alto Adige: 566 nuovi positivi e 7 decessi. Aumentano ricoveri e indice contagi/tamponi

Nell'ultimo bollettino dell'Azienda sanitaria altoatesina, emergono 566 nuovi positivi e 7 decessi. Il bilancio delle vittime in questa seconda fase si attesta così a 537 morti. Crescono i dati dei ricoveri in area medica, dell'indice contagi/tamponi e degli isolamenti domiciliari

Di Davide Leveghi - 21 gennaio 2021 - 11:47

BOLZANO. Crescono i dati del contagio in Alto Adige. Nelle ultime 24 ore, la provincia di Bolzano ha infatti registrato 566 nuovi positivi divisi fra 272 individuati con i tamponi molecolari (2767) e 294 con i test antigenici rapidi (4869). Sono 7 invece i decessi registrati, per un totale di 831 da marzo e 537 da settembre.

 

Da inizio pandemia, invece, le persone testate positive al test pcr sono state 33.585. Il tasso contagi/tamponi sale rispetto alla giornata di ieri, mercoledì 20 gennaio, attestandosi al 7,41%.

 

A preoccupare maggiormente, oltre all'alto numero di morti, è la situazione degli ospedali, rispetto alla quale il presidente Arno Kompatscher, contrario alla classificazione in “zona rossa” decisa da Roma e autore di un'ordinanza con cui si sono confermate le misure da “zona gialla”, ha annunciato eventuali restrizioni in caso di peggioramento.

 

Attualmente sono 226 i pazienti ricoverati nei normali reparti, 155 quelli ospitati nelle strutture private convenzionate. I pazienti Covid-19 in isolamento nelle strutture di Colle Isarco e Sarnes sono 14, tutti nella prima. Calano di 2 unità, infine, i pazienti ricoverati in terapia intensiva (28).

 

Rispetto alla giornata di mercoledì, il numero delle persone costrette all'isolamento domiciliare è incrementato, attestandosi a 12.093.

 

I numeri in breve:

Test PCR:

Tamponi effettuati ieri (20 gennaio): 2.767

Nuovi casi testati positivi da PCR: 272

Numero delle persone testate positive da PCR al coronavirus: 33.585

Numero complessivo dei tamponi effettuati: 401.327

Numero delle persone sottoposte al test PCR: 173.213 (+808)

 

Test antigenici:

Test antigenici eseguiti ieri: 4.869

Numero delle persone testate positive dai test antigenici: 294

 

Altri dati:

Pazienti Covid-19 ricoverati nei normali reparti ospedalieri: 226

Pazienti Covid-19 ricoverati nelle strutture private convenzionate: 155

Pazienti Covid-19 in isolamento nelle strutture di Colle Isarco e Sarnes: 14 (14 a Colle Isarco e 0 a Sarnes)

Numero di pazienti Covid ricoverati in reparti di terapia intensiva: 28

Decessi complessivi (incluse le case di riposo): 831 (+7)

Persone in isolamento domiciliare: 12.093

Persone che hanno concluso la quarantena e l'isolamento domiciliare: 77.109

Persone alle quali sinora sono state imposte misure di quarantena obbligatoria o isolamento: 89.202

Persone guarite da PCR 21.473 (+268). A queste si aggiungono 1.581 (+8) persone che avevano un test dall'esito incerto o poco chiaro e che in seguito sono risultate negative al test; inoltre persone guarite per indagine epidemiologica: 8.166 (+91).

Collaboratori/collaboratrici dell'Azienda sanitaria positivi al test: 1.437, di questi 1.064 guariti. Medici di medicina generale e pediatri di libera scelta: 41, di questi 29 guariti (al 02.01.2021)

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 04 marzo 2021
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

04 marzo - 19:53
Sono 226 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero. Oggi comunicati 2 decessi. Sono 67 i Comuni che presentano almeno 1 nuovo caso di positività
04 marzo - 18:14

Si attendono le nuove classificazioni. La curva del contagio è in crescita a livello nazionale e la prospettiva è quella di diversi cambi di zona. Il Trentino dovrebbe restare in zona arancione e la Pat conferma l'intenzione di proseguire con la didattica in presenza al 50%

04 marzo - 19:16

Nuovi riscontri alla diffusione della variante inglese in Provincia, dopo il caso dei dipendenti della Cassa Rurale della Val di Fiemme anche 15 dipendenti di una fabbrica di Trento sono stati contagiati dalla stessa mutazione. Ferro: “La variante inglese ha una grande capacità di contagio soprattutto nei luoghi chiusi”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato