Contenuto sponsorizzato

Itas spegne 200 candeline: al via una campagna per raccontare i valori della Mutua assicuratrice più antica d'Italia

La missione del gruppo Itas raccontata in una campagna stampa e affissioni attraverso quattro soggetti: nei primi tre al lessico finanziario verrà attribuito un significato nuovo, umano, nel quarto verrà ripreso il concetto di tempo. "In 200 - dice il gruppo - Itas non ha mai tradito se stessa, mettendo sempre al primo posto il benessere dei soci assicurati"

Pubblicato il - 05 October 2021 - 16:35

TRENTO. Il gruppo Itas spegne 200 candeline e lancia una campagna per raccontare i valori che dal 1821 guidano la compagnia, a firmarla Imille, lead agency della Mutua assicuratrice da inizio 2021: i quattro soggetti protagonisti dell'iniziativa, illustrati dalla trentina Federica Bordoni, sono stati tradotti anche in lingua tedesca e affissi nei punti strategici di Trento e Bolzano.

 

“Dal 1821 a oggi sono cambiate molte cose – sottolinea Itas – ma la missione della Compagnia è rimasta la stessa: prendersi cura delle persone, reinvestendo i propri guadagni in progetti a sostegno della comunità e del territorio”. Nei primi tre soggetti, al lessico finanziario, freddo e distaccato, viene attribuito un significato nuovo, umano. La reinterpretazione del mondo dei numeri si trova anche nel visual, in cui ai luoghi naturali, caratteristici del territorio alpino in cui 200 anni fa è nata Itas, sono sovrapposti i diagrammi cartesiani tipici dei report finanziari.

 

Nel quarto soggetto viene invece ripreso il concetto di tempo, spiega la Mutua assicuratrice “Itas non ha mai tradito se stessa, mettendo sempre al primo posto il benessere dei soci assicurati. La natura mutualistica del gruppo viene raccontata in un long copy, fatto esattamente di 200 parole”. In un tempo in cui l'attenzione dura il tempo di uno 'scroll', dice il gruppo, Itas si rivolge direttamente ai lettori ai quali chiede due minuti di attenzione per “rallentare e uscire dalla frenesia quotidiana”.

 

“Questa campagna ci rappresenta al 100% - ha dichiarato Luca Petermaier, responsabile comunicazione del gruppo Itas e relazioni esterne - insieme a Imille, siamo usciti dai canoni classici del linguaggio assicurativo per raccontare chi siamo, i valori di relazione tra le persone, l’impegno e la responsabilità che ci guidano da 200 anni per proteggere la nostra comunità e contribuire a una crescita collettiva giusta ed equilibrata. L’obiettivo era quello di trasmettere alle persone il senso che Itas, la Compagnia assicurativa più antica d’Italia non è un’assicurazione come le altre, ma un’azienda per la quale gli utili certamente contano, ma ciò che più conta sono le persone. Lo abbiamo fatto con un messaggio forte, che riesce a distinguerci da tutti gli altri e siamo molto soddisfatti del risultato”.

 

Alla campagna multi-soggetto si aggiungono un sito web dedicato ai 200 anni della compagnia e alle storie dei suoi soci assicurati, che a breve saranno protagonisti di brevi docu-storie, e un Film Manifesto, che in 40 secondi racconta l’identità di Itas, riprendendo il tema della contrapposizione tra mondo finanziario e mondo umano. A partire dal Film, è stata poi realizzata la campagna digital, veicolata online in diversi formati. “La tutela del bene comune sta alla base del concetto di azienda purpose-driven - ha affermato Matteo Roversi di Imille -. Per questo, possiamo dire che agli albori di Itas c’era già il seme della modernità. Noi non abbiamo fatto altro che raccontare questa pulsione verso il futuro”.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 23 maggio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
24 maggio - 13:09
La denuncia di quanto accaduto arriva dal commissario provinciale del partito di Salvini Binelli che poi attacca il Comune: ''Oltre allo spavento e [...]
Cronaca
24 maggio - 11:49
Si è verificato un grave incidente nel corso delle operazioni per scaricare il Gpl dall'autocisterna, il materiale ha improvvisamente preso [...]
Cronaca
24 maggio - 12:06
Sono stati registrati inoltre 94 pedoni investiti, 135 biciclette coinvolte in incidenti, a cui se ne aggiungono due [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato