Contenuto sponsorizzato

Maltempo, chiuse passi e strade nel Bellunese. Rinviata la gran-fondo Dobbiaco-Cortina

La neve è tornata a interessare le Dolomiti fra Alto Adige e Bellunese. Chiusi i passi Fedaia, Pordoi, Falzarego, Val Parola e Giau. Veneto Strade ha disposto la chiusura anche della regionale 48 delle Dolomiti e della provinciale 49 di Misurina. La sindaca di Auronzo: "Non usate l'automobile"

Di Davide Leveghi - 23 January 2021 - 11:29

AURONZO DI CADORE. Il maltempo è tornato a interessare le Dolomiti. Tra l'Alto Adige e il Bellunese, infatti, la neve è tornata a cadere abbondante, tanto da cambiare i piani anche agli organizzatori della gara di granfondo Dobbiaco-Cortina. “A causa delle abbondanti nevicate di questa notte, la strada tra Dobbiaco e Cortina è chiusa e purtroppo la gara deve essere annullata per pericolo valanghe – hanno scritto in un post sui social – si farà tutto il possibile per dare la possibilità ai partecipanti della gara classica di partire domani”.

 

“Forniremo tutti i dettagli al più presto. Il comitato organizzatore ha fatto tutto il possibile, ma purtroppo è forza maggiore”, hanno concluso. La situazione nella zona, d'altronde, non è delle più favorevoli. Come comunicato dall'assessore alla Protezione civile della Regione Veneto Gianpaolo Bottacin ancora nella serata di venerdì 22 gennaio sono stati chiusi Passo Fedaia, Passo Pordoi, Passo Falzarego, Passo Val Parola e Passo Giau.

 

Vista la precipitazione nevosa in corso si raccomanda a residenti e turisti di non utilizzare l'automobile, se non per emergenze, per non intralciare le operazioni di pulizia di strade e piazze – ha scritto invece la sindaca di Auronzo di Cadore Tatiana Pais Becher nella mattinata di sabato – i mezzi di sgombero neve del Comune, di Veneto Strade sono in funzione dalle 5 di stamattina. Si informa che Veneto Strade ha disposto la chiusura della Strada Regionale 48 delle Dolomiti da località Alverà a località Ligonto; chiusa anche la Strada Provinciale 49 di Misurina dal Bivio Dogana Vecchia a Misurina. Rimane aperto un varco per i mezzi di emergenza”.

 


 

In Alto Adige sono previste forti nevicate, fino ai 500 metri di quota. La Protezione civile ha diramato un bollettino d'allerta su pericoli valanghe e smottamenti (QUI l'articolo), mentre in Trentino il rischio di slavine torna a aumentare. “Le escursioni con le racchette da neve e gli sci, così come le discese fuoripista, dovrebbero se possibile essere limitate alle zone poco ripide”, invitano dalla Protezione civile (QUI l'articolo).

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 ottobre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
24 ottobre - 06:01
Gli Ordini dei medici e delle professioni infermieristiche lamentano, con preoccupazione, una certa lentezza nell'applicare le disposizioni di [...]
Cronaca
24 ottobre - 08:00
E' successo a Bronzolo, sul posto si sono portati i vigili del fuoco che in poco tempo sono riusciti a spegnere le fiamme ed evitare che l'incendio [...]
Cronaca
24 ottobre - 07:37
E' il secondo incidente mortale della tragica giornata in montagna di ieri quello che ha visto come vittima Elena Pellegrini. Qualche ora prima a [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato