Contenuto sponsorizzato

Scontri con spray al peperoncino e petardi: oltre 40mila a Vienna contro vaccino e lockdown

La manifestazione a Vienna ha raccolto oltre 40mila manifestanti contrari soprattutto all’obbligo vaccinale e al lockdown. Sono stati molti gli scontri violenti tra manifestanti e polizia. La Fpö ha sostenuto i manifestanti contro l’obbligo vaccinale

Di Francesca Cristoforetti - 04 dicembre 2021 - 20:49

VIENNA. Sono stati più di 40mila i manifestanti scesi oggi in piazza a Vienna per protestare contro le misure anti-Covid, soprattutto contro il vaccino e il lockdown. Sono molti gli scontri verificati tra manifestanti e polizia. Da quando il governo ha annunciato due settimane fa l’introduzione dell’obbligo vaccinale infatti sono riprese a gran voce la proteste, sostenute in primis dal partito di estrema destra Fpö (Partito della Libertà Austriaco), contrario soprattutto all’obbligo vaccinale. Questo riporta il quotidiano austriaco Der Standard.

 

Secondo le informazioni del Ministero dell’Interno austriaco per questo fine settimana sono state registrate 40 manifestazioni legate alla gestione della pandemia. Quella più grande è stata quella di oggi, organizzata nel cuore di Vienna, in particolare intorno a Heldenplatz.

 

Il partito di estrema destra Fpö (Partito della Libertà Austriaco) ha sostenuto oggi la causa e i manifestanti contro l’obbligo vaccinale. A sfilare in piazza molti aderenti al movimento no-vax e a quello Querdenken, del Pensiero Laterale.

 

Come riporta Der Standard intorno alle 16 la polizia ha registrato un numero di partecipanti superiore a 10mila, mentre soltanto un’ora dopo circa oltre i 40mila. Erano invece 1.200 i poliziotti in servizio, che hanno utilizzato spray al peperoncino sui manifestanti, in risposta al lancio di artifizi pirotecnici. Secondo dei testimoni oculari ci sono stati dei violenti scontri con la polizia vicino alla stazione della metropolitana Landstraße. Molte le sanzioni tra i presenti per non aver rispettato l’obbligo di mascherina.  

 

Il traffico è stato bloccato per diverse ore a causa dei numerosi cortei: la polizia ha chiuso lo Schwedenbrücke e il Marienbrücke. Tra i diversi cortei presente anche la contro-manifestazione di sinistra partita da Stephanplatz con circa 1.500 persone, secondo i dati della polizia.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 27 gennaio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
28 gennaio - 17:52
Il dirigente del Dipartimento salute e politiche sociale, Giancarlo Ruscitti: "Sono comportamenti che naturalmente stigmatizziamo, l'Azienda [...]
Cronaca
28 gennaio - 17:20
L'assessore all'istruzione ha parlato di 360 classi che rientreranno a scuola da qui a lunedì prossimo mentre il dirigente provinciale Ruscitti ha [...]
Cronaca
28 gennaio - 16:50
Sono stati trovati 1.586 positivi a fronte di 11.365 tamponi. E' stato registrato 1 decesso nelle ultime 24 ore. Cala il numero delle classi in [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato