Contenuto sponsorizzato

VIDEO. Centinaia di manifestanti in piazza per dire ''No'' alla Tav: ''Salviamo Trento''. Il corteo sfila per le vie della città

Il corteo è partito da Largo Nazario Sauro e la tappa finale sarà in piazza Fiera. Centinaia le persone in strada tra slogan e striscioni per dire "No" alla circonvallazione ferroviaria

Di L.A. - 02 aprile 2022 - 16:08

TRENTO. Centinaia le persone scese in piazza contro la circonvallazione ferroviaria del capoluogo. "Salviamo Trento" e "Ami il TrentinoDifendilo dalla Tav", questi alcuni striscioni dei manifestanti No Tav.

 

Nonostante il meteo, i gruppi che contestano la circonvallazione ferroviaria di Trento non si sono fatti scoraggiare e sono scesi in piazza in modo compatto contro il progetto. Le posizioni in questi mesi sono state diverse tra i comitati favorevoli a spostare il tracciato verso la Destra Adige e altri irremovibili rispetto all'opportunità di portare avanti alcun piano ma oggi si sono ritrovati in piazza per fare fronte comune.

 

Da diversi giorni sulle case del quartiere di San Martino sono comparsi striscioni e slogan contro la Tav e in queste ore si svolge un corteo per le vie di Trento. La manifestazione è partita da Largo Nazario Sauro e prevede diverse tappe davanti alle sedi istituzionali per ribadire la contrarietà alla circonvallazione ferroviaria. Il corteo termina poi la propria sfilata in piazza Fiera

 

Negli scorsi giorni c'è stato un ulteriore confronto a Roma tra il presidente Provincia, Maurizio Fugatti, il sottosegretario di Stato al Ministero della transizione ecologica, Vannia Gava, il commissario straordinario di Governo per il potenziamento della linea Fortezza-Verona Paola Firmi e, in collegamento, il sindaco di Trento Franco Ianeselli.

 

La Provincia e il Comune ritengono la realizzazione di questa opera strategia per lo sviluppo del Trentino e in grado di sanare una situazione ambientale annosa, che grava da lungo tempo sulla città di Trento (Qui articolo). Nel corso dell'incontro sono state discusse le possibili linee di azione per arrivare a bonifica delle aree inquinate, in un contesto progettuale del bypass che prevede a oggi - ma su questo Rfi ha dichiarato la propria disponibilità a rivedere la previsione - il deposito dei materiali  risultanti dallo scavo del bypass su parte dell'ex Sloi.

Gli espropri e l'abbattimento di alcune abitazioni per far spazio alla linea ferroviaria (Qui articolo), così come le ripercussioni sulle aree ex Sloi che insistono a Trento Nord sono tra i nodi più delicati per quanto riguarda la realizzazione della circonvallazione ferroviaria.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 23 giugno 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
25 giugno - 18:21
Dopo la tragedia in autostrada costata la vita alla 31enne infermiera sono stati tantissimi i messaggi di cordoglio alla famiglia. Il fratello [...]
Politica
25 giugno - 17:35
Il presidente Fugatti ha detto che ''il ministro qui in Val di Non è venuto a visitare le strutture e a conoscere da vicino i progetti che le [...]
Cronaca
25 giugno - 15:46
Il bambino avrebbe ingerito qualcosa che gli sarebbe poi andato di traverso, per questo rischiava di morire soffocato: rianimato da un carabiniere [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato