Contenuto sponsorizzato

Si arrampicano sul tetto della chiesa che crolla durante la messa: un ragazzo in fin di vita. Gravissimo incidente nel veronese

L'allerta è scattata intorno alle 19 di oggi nella chiesa di San Giorgio in Salici, piccola frazione del Comune di Sona nel veronese. In azione la macchina dei soccorsi

Pubblicato il - 16 gennaio 2021 - 21:46

SONA (Verona). Il tetto della canonica è crollato nel corso della funzione religiosa, due ragazzi si sono arrampicati sul tetto ma la copertura non ha retto e così il soffitto è collassato in chiesa: un giovane è ricoverato in gravissime condizioni all'ospedale di Borgo Trento a Verona.

 

L'allerta è scattata intorno alle 19 di oggi, sabato 16 gennaio, nella chiesa di San Giorgio in Salici, piccola frazione del Comune di Sona nel veronese.

 

I due ragazzi, classe 2002, hanno compiuto una bravata: si sono arrampicati sull'impalcatura esterna del luogo di culto e si sono portati sul tetto. 

 

La copertura, però, non ha retto e così il soffitto si è sfondato. Un giovane è caduto all'interno della chiesa dove in quel momento si stava celebrando la messa.

 

Immediato l'allarme e sul posto si sono portati i soccorsi, ambulanza, vigili del fuoco e carabinieri

 

L'area è stata isolata e messa in sicurezza, mentre il personale sanitario si è preso carico del ferito.

 

Il ragazzo è stato immobilizzato e stabilizzato, quindi è stato trasferito all'ospedale di Verona in pericolo di vita.

 

Nel frattempo la chiesa è stata dichiarata inagibile dai pompieri di Verona.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 04 marzo 2021
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

05 marzo - 20:24

Sono 227 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero. Oggi comunicati 3 decessi. Sono 83 i Comuni che presentano almeno 1 nuovo caso di positività

05 marzo - 19:50

E' emerso un focolaio allo studentato, 8 ragazzi a San Bartolameo sono risultati positivi e sono in corso in particolare le verifiche su un’altra quarantina di persone. Non si esclude che la diffusione di Covid sia riconducibile a una variante

05 marzo - 18:56

Ha frequentato una scuola di moda e dopo un periodo di gavetta, la 25enne è rimasta senza occupazione a causa della crisi innescata dall'emergenza Covid-19 ma non si è persa d'animo. Cecilia Bianchi: "Lavoravo in un negozio di tendaggi ma vista la situazione difficile mi sono ritrovata a casa. A quel punto ho iniziato a riflettere sul mio futuro con maggiore forza e ho deciso di rimettermi in gioco con energia con una mia attività"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato