Contenuto sponsorizzato

Addio a Maria Romana De Gasperi, morta nella notte a 99 anni la primogenita di Alcide

Primogenita di Alcide e Francesca Romani, è stata protagonista dell’impegno politico del padre, prima a favore del ripristino della via democratica in Italia durante il secondo conflitto mondiale e poi come sua assistente personale nel periodo della Presidenza del Consiglio dei Ministri

Di Camilla Dallago - Istituto Marie Curie - 30 March 2022 - 11:36

TRENTO. La figlia maggiore di Alcide De Gasperi, Maria Romana Catti De Gasperi, è scomparsa questa notte all'età di 99 anni, lasciando dietro di sé una vita ricca di riconoscimenti e premi alla sua persona, ma pure segnata da dolori atroci, come la morte di due figli, Giorgio e Maurizio.

 

"E' mancata stanotte Maria Romana De Gasperi, persona cara a molti di noi, figlia più grande di Alcide. Aveva 99 anni, lucidissima e attentissima a quello che accadeva, era presidente oraria della Fondazione Alcide De Gasperi e ha vissuto accanto al padre nei momenti più difficili della nostra storia", sono le parole della deputata del Pd Flavia Piccoli Nardelli in apertura della seduta a Montecitorio.

 

Maria Romana è nata a Trento nel 1923, come figlia primogenita di Alcide De Gasperi e della moglie Francesca Romani, ma, fin dalla sua giovinezza, visse a Roma, dove studiò e si laureò. È stata un’importante saggista e politica .

 

Durante l’occupazione tedesca della capitale fu staffetta partigiana e aiutò il padre a mantenere i contatti con gli antifascisti e dopo la fine della seconda guerra mondiale, quando De Gasperi divenne presidente del Consiglio, Maria Romana fu sua segretaria ed ebbe l’opportunità di conoscere numerose personalità politiche come Robert Schuman e Konrad Adenauer.

 

 

Nel 1947 accompagnò il padre nel viaggio negli Stati Uniti, un viaggio importantissimo per l’Italia repubblicana che segnò il raggiungimento di altissimi obiettivi economici. Alcide De Gasperi morì nel 1954, ma, anche dopo la sua morte, Maria Romana De Gasperi, continuò ad essere fortemente legata a lui. “Ho avuto la fortuna di vivere la mia giovinezza davanti ad un uomo onesto, che con il suo esempio mi ha insegnato il coraggio di tenere fede alle mie idee”, dichiarò nel corso della sua lunga vita De Gasperi.

 

Fin da molto giovane si dedicò alla scrittura e, dopo la morte del padre, iniziò a curare le sue memorie e a scrivere saggi sulla sua figura, rilasciando negli anni numerose interviste. Saranno quindi i suoi scritti a mantenere in vita il suo ricordo dentro di noi, libri nati principalmente dai suoi ricordi.

 

Nel 2016 è stata fondata l'Edizione Nazionale degli epistolari di Alcide De Gasperi, di cui lei è fondatrice e, lo scorso anno, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella l'ha nominata Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 28 giugno 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
29 giugno - 20:24
David Dallago ha chiesto di essere ascoltato dalla Pm e questo potrebbe avvenire già entro questa settimana. Nei giorni scorsi, intanto, sono [...]
Cronaca
29 giugno - 20:08
Provincia e Apss intervengono sulla questione dopo i danneggiamenti di questa notte in Piazza Dante: “Il soggetto era già conosciuto e Apss era [...]
Cronaca
29 giugno - 20:24
La protesta si è svolta oggi (29 giugno) sotto il palazzo della Regione. A prendere parte diverse associazioni: "Simili episodi non devono mai [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato