Contenuto sponsorizzato

Arriva il voucher per aiutare le famiglie che hanno i figli che praticano attività sportive: ecco come si può richiedere

Sono contributi per la fruizione di attività sportive a favore dei figli minorenni delle famiglie in difficoltà economica e delle famiglie numerose.  In particolare si rivolge ai figli minorenni di età compresa tra gli 8 ed i 18 anni, non compiuti, al momento di presentazione della domanda di contributo

Pubblicato il - 09 April 2022 - 09:15

TRENTO. Si va da un contributo di 100 euro e si arriva ai 200 euro. Torna il “Voucher sportivo per le famiglie”, una misura economica che prevede la concessione di contributi per la fruizione di attività sportive a favore dei figli minorenni delle famiglie in difficoltà economica e delle famiglie numerose (con 3 o più figli) beneficiarie della quota B1) dell’Assegno Unico Provinciale.

 

Rispetto al passato sono state apportate alcune modificazioni per le associazioni sportive circa il possesso della certificazione “Family in Trentino”, inoltre è stato definito il prolungamento della scadenza delle domande di adesione da parte delle associazioni sportive e precisamente dall’1 marzo 2022 al 10 aprile 2022. Le famiglie possono presentare domanda dal 15 maggio 2022 al 31 luglio 2022.

 

L'obiettivo è quello di aiutare le famiglie al fine di consentire loro di inscrivere i propri figli alle discipline sportive. In particolare, il voucher si rivolge ai figli minorenni di età compresa tra gli 8 ed i 18 anni, non compiuti, al momento di presentazione della domanda di contributo.

 

Il contributo è pari a 200 euro per ciascun figlio (per le famiglie che beneficiano della quota di sostegno al reddito), mentre il contributo è pari a 100 euro per ciascun figlio (per le famiglie numerose, con almeno tre figli, aventi determinati requisiti). Le famiglie devono presentare domanda di adesione tra il 15 maggio 2022 e il 31 luglio 2022 alla Comunità di valle o al Comune di residenza.

 

La deliberazione, in particolare, entra nel merito della certificazione “Family in Trentino” e dispone che le associazioni sportive che intendono aderire al progetto, devono aver conseguito la certificazione "Family in Trentino”, o impegnarsi a conseguirla, entro due anni dalla scadenza del periodo utile per le adesioni, riferita alla stagione sportiva di presentazione della domanda. Inoltre, si delibera che le associazioni sportive aderenti al progetto nelle stagioni sportive 2021/2022 e 2022/2023 devono presentare il Piano dell'Offerta formativa sportiva all’Agenzia per la coesione sociale della Provincia autonoma di Trento entro il 30 giugno 2022.

 

Infine, la delibera odierna indica che le associazioni sportive che intendono aderire al progetto devono trasmettere alla Comunità di valle, al Comune o agli altri enti delegati, nel periodo compreso tra il 1 marzo 2022 e il 10 aprile 2022, il modulo di adesione contenente l'elenco dei corsi sportivi che intendono svolgere nella stagione di riferimento e dei costi di iscrizione annuale.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 30 giugno 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
30 giugno - 18:52
A partire dal 2023 sindaci, vicesindaci e assessori si vedranno aumentare le indennità per una cifra che va dal 18% al 46%. Ossanna: “Riteniamo [...]
Politica
30 giugno - 19:49
Futura e Sinistra Italiana chiedono le dimissioni del consigliere Lorenzo Prati che in aula aveva detto: “È facile fare il finocchio con il coso [...]
Cronaca
30 giugno - 19:25
L'incidente è avvenuto nella zona di Vermiglio lungo una strada forestale. Il mezzo è precipitato per svariati metri finendo contro un albero: [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato