Contenuto sponsorizzato

Dopo un primo assaggio di primavera arriva (finalmente) la pioggia: “Quota neve in calo fino ai mille metri”

A partire da mercoledì, dopo un fine settimana con temperature primaverili, anche in Trentino tornerà la pioggia. Secondo Meteotrentino si tratterà però di precipitazioni “deboli e sparse”, che si accompagneranno ad un diffuso calo delle temperature che porterà la quota neve a circa mille metri

Di F.S. - 28 March 2022 - 11:24

TRENTO. Dopo mesi di siccità anche in Trentino tornerà nei prossimi giorni la pioggia: a partire da mercoledì una perturbazione porterà precipitazionideboli e sparse” e un abbassamento delle temperature su tutto il territorio provinciale. A dirlo Meteotrentino, che avverte: “Quota neve in progressiva diminuzione fino ai 1.000-1.200 metri circa di sabato”.

 

Per oggi (lunedì 28 marzo) si prevede una giornata ancora serena, con temperature stazionarie e venti deboli variabili in quota e a regime di brezza in valle. Già da domani però (29 marzo) sono in arrivo nubi alte con velature al mattino e nuvolosità via via più fitta dal pomeriggio. Le temperature minime saranno stazionarie o in lieve aumento mentre le massime scenderanno.

 

Nei giorni successivi il progressivo ritorno di correnti instabili sudoccidentali porterà ad un peggioramento della situazione con probabili precipitazioni: “Da mercoledì a sabato – scrive Meteotrentino – molto nuvoloso con precipitazioni perlopiù deboli e sparse, probabilmente più diffuse da venerdì”. Come detto, alle precipitazioni si accompagnerà anche un calo nei valori massimi delle temperature e nella quota neve.

 

Insomma, dopo un primo assaggio di primavera sembra che (finalmente) il bel tempo lasci spazio alla pioggia. Una notizia sicuramente positiva mentre diversi Comuni in Trentino negli scorsi giorni hanno già iniziato ad adottare i primi interventi per cercare di andare incontro ad una situazione di siccità che sta mettendo a dura prova gli acquedotti (Qui Articolo). In questa fase poi, mentre sono moltissimi gli incendi che stanno devastando i boschi dell'arco dolomitico (Qui Articolo), l'arrivo della pioggia potrebbe rivelarsi una vera e propria 'manna dal cielo', fornendo un contributo decisivo alle operazioni di spegnimento portate avanti dai vigili del fuoco.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 23 giugno 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Ambiente
24 giugno - 20:07
La Pat ha presentato un piano contro la diffusione del bostrico: l'individuazione precoce degli alberi infestati e il loro immediato abbattimento [...]
Cronaca
24 giugno - 21:27
Il fienile, dove si trovava una famiglia, è stato colpito da un fulmine. Stando alle prime informazioni una bambina di 11 anni sarebbe stata [...]
Cronaca
24 giugno - 17:47
L'assessore Tonina in Terza Commissione: "O si riuscirà a trovare una condivisione trasversale sulla costruzione di un impianto gassificatore, [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato