Contenuto sponsorizzato

Guerra ucraina, la vergognosa fake news della Tv russa: Mariupol è rasa al suolo non dall'esercito di Putin ma ''dai nazionalisti ucraini''

L'aggressione militare a opera del Cremlino prosegue da un mese e alcune scene di devastazione sono arrivate sugli schermi televisivi russi, comprese le riprese dei droni di Mariupol, città assediata nel sud dell'Ucraina. La tv di Stato di Mosca rovescia la realtà e incolpa gli ucraini in ritirata

Pubblicato il - 25 March 2022 - 13:28

KYIV. "Queste sono scene tristi ovviamente. Un'immagine agghiacciante. Nella loro ritirata i nazionalisti stanno cercando di radere tutto al suolo". A dirlo Olesya Loseva, conduttrice di un talk show quotidiano di attualità in Russia. 

 

L'aggressione militare a opera del Cremlino prosegue da un mese e alcune scene di devastazione sono arrivate sugli schermi televisivi russi, comprese le riprese dei droni di Mariupol, città assediata nel sud dell'Ucraina. 

Ma invece di riferire che gli edifici sono stati distrutti da settimane di bombardamenti e attacchi missilistici della Russia, il primo canale della televisione di Stato russa ha invece rovesciato la realtà e ha affermato che i responsabili del disastro e di quelle macerie sono i "nazionalisti ucraini in ritirata".

 

 

Un rovesciamento di quanto avviene sul campo che sposta le colpe delle macerie di Mariupol sui nazionalisti ucraini piuttosto che sulle forze armate di Mosca, che hanno colpito obiettivi militari ma anche edifici all'interno dei quali erano presenti i civili. "Queste sono zone residenziali, case. Possiamo anche vedere del fumo da qualche parte lì. Non si può guardare con calma", ha aggiunto il co-conduttore della trasmissione.

 

L’episodio è stato veicolato sui social dalla giornalista Mary Ilyushina che ha postato un video per denunciare la propaganda del Cremlino. Negli scorsi giorni il presidente ucraino Zelensky aveva fatto riferimento alla situazione della città durante l'intervento con il parlamento italiano: "In questo momento a Mariupol non c’è più nulla, immaginate la vostra Genova completamente bruciata. Siamo al limite della sopravvivenza".

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 1 luglio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
03 July - 06:01
Sono circa 1.000 i pazienti ogni anno che vengono colpiti da ictus. In relazione all'età la curva cresce dai 60 anni in poi, con un picco [...]
Cronaca
03 July - 07:42
Il 36enne stava affrontando una highline, una apposita fettuccia assicurata e tesa tra due sostegni a una quota di circa 1.400 metri e, secondo le [...]
Cronaca
03 July - 07:13
L'episodio è avvenuto nel vicentino. L'uomo in preda all'alcol ha aggredito e minacciato anche le forze dell'ordine. Alla fine è stato portato in [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato