Contenuto sponsorizzato

Influenza, continuano ad aumentare i casi: 10 bambini ricoverati in ospedale. L'Ulss Dolomiti: ''Quadro molto impegnativo, c'è ancora tempo per vaccinarsi''

L'invito alla vaccinazione arriva dall'azienda sanitaria di Belluno. Al momento l'incidenza, per quanto riguarda l'influenza, è la più alta dal 2004 

Di G.Fin - 07 December 2022 - 20:02

BELLUNO. “L'incidenza è in continuo aumento e stiamo affrontando una situazione che un po' ci preoccupa”. A dirlo è Maria Caterina De Marco, direttrice sanitaria dell'Ulss Dolomiti nel corso della conferenza stampa per fare il punto sull'influenza e sulle altre sindromi para-influenzali che ci sono in questo momento. 

 

Una situazione che vede, per ora, dieci bambini ricoverati in ospedale a causa di alcune complicanze fortunatamente non gravi. “Il 40% dei casi che stiamo vedendo – spiega la dottoressa De Marco – riguarda bambini. Ci sono poi anche gli adulti ma in molte situazioni sono ricoverati per altre patologie. Di certo le nostre pediatrie e i nostri pronto soccorso pediatrici in questo momento sono presi d'assalto e le forme influenzali stanno battendo duro”. 

 

A confermare il quadro impegnativo è anche il dottor Sandro Cinquetti, direttore del Servizio Prevenzione. “Siamo davanti ad un quadro molto impegnativo” ha spiegato fotografando la situazione sul territorio: al momento si registra un'incidenza molto importante di 18,52 casi su mille abitanti nell'ultima settimana. Per quanto riguarda i bambini nelle fascia da 0 a 4 anni, invece, abbiamo un'incidente di 5 casi per mille abitanti. Più bassa l'incidenza negli over 65. 

 

“Questa differenza – ha spiegato il direttore della Prevenzione – deriva dal fatto che i bambini non hanno incontrato l'influenza negli ultimi anni, non hanno un bagaglio o una risposta immunitaria. Gli anziani hanno invece una storia di incontro con l'influenza e una storia vaccinale e metà si sono già vaccinati”. 

 

L'invito da parte dell'Azienda sanitaria alla popolazione è quello di vaccinarsi in queste settimane. Sono 42 mila le dosi di vaccino che sono state acquistate, circa 32 mila quello già somministrate (25 mila agli over 65) grazie all'impegno di medici di medicina generale, del personale del centri vaccinali, delle Rsa e delle farmacie. 

 

“Le vaccinazioni sono ancora in corso – ha spiegato Cinquetti – e la campagna vaccinale si conclude di solito verso la fine dicembre a meno che i casi influenzali non continuino a salire. A ridosso di Natale dovremmo aver raggiunto il picco ma se così non fosse potremmo anche considerare un prolungamento della campagna vaccinale nei primi 15 giorni di gennaio”.

 

Negli over 65 la copertura vaccinale ha raggiunto il 45,3%. “Invitiamo i cittadini – ha concluso la direttrice sanitaria – di approfittare di queste settimane per effettuare la vaccinazione. E' importante per evitare conseguenze gravi in caso di malattia”. 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Economia
29 gennaio - 05:01
Il punto sulle Olimpiadi in val di Fiemme. L'assessore Failoni: "I bandi entro l'estate per avere tutto il 2024 per completare i lavori e farsi [...]
Ambiente
28 gennaio - 20:19
Il vice presidente della Comunità del Garda ha commentato l'andamento dei livelli delle acque del lago dello scorso anno: "Sono state [...]
Politica
28 gennaio - 18:23
La presidente di Itea e candidata presidente della Provincia di Trento per Fratelli d'Italia è stata eletta nella Giunta esecutiva nazionale di [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato