Contenuto sponsorizzato

Maltempo, "La grandine di 5 centimetri ha sfondato le sdraio, i pannelli solari e distrutto tutti i nostri fiori. In un attimo sfumato tutto il lavoro fatto''

Dopo essere stata annunciata l'allerta gialla in Trentino, in molte località della Val di Non la grandine si è abbattuta in grandi dimensioni, provocando ingenti danni. L'associazione Bosco dei Larici: "Pannelli solari devastati. Chi aveva le macchine all'esterno non è andato a metterle al sicuro per paura che la grandine gli cadesse in testa. In un attimo è sfumato tutto il lavoro messo nei nostri orti e fiori"

Di Francesca Cristoforetti e Filippo Schwachtje - 22 June 2022 - 19:41

TRENTO. "La grandine ha distrutto tutte le nostre fatiche, i nostri orti, fiori e frutti. Pannelli solari devastati, sedie di plastica bucate. Danni anche a vetri di alcune abitazioni, serre e auto. Una cosa mai vista per la dimensione delle palle di ghiaccio. Siamo pronti comunque a rimboccarci le maniche e a ricominciare e siamo solidali con chi è stato colpito nella valle". Ha fatto paura la grandinata di ieri (21 giugno) che si è abbattuta in Val di Non, come testimonia Francesca Venco Pedranz, vice presidente dell'associazione Bosco dei Larici, intervistata da Il Dolomiti.

C'è grande dispiacere per tutte le persone che hanno subito danni nelle parole dell'associazione, nata da un gruppo di amici di Ronzone per contribuire a valorizzare la bellezza del paese e del territorio, che ha documentato i danni e le palle di grandine causate dal maltempo che ha colpito il Trentino, dove a partire da ieri (21 giugno) è scattata l'allerta gialla per forti condizioni di instabilità atmosferica presenti anche nella giornata di oggi, 22 giugno.

 

"La grandine è arrivata fino a dimensioni di 4-5 centimetri - racconta la vicepresidente - una forza e un'intensità mai vista chi aveva le macchine parcheggiate all'esterno non è andato a metterle al sicuro per paura che la grandine gli cadesse in testa. Si stringe il cuore a vedere come è sfumato in un attimo tutto il lavoro e l'amore che abbiamo messo nei nostri orti e per coltivare i nostri fiori, una passione che condividiamo in tutta la valle. Chissà quanti altri danni scopriremo nei prossimi giorni".

I chicchi di grandine hanno colpito molte località tra cui Ruffrè, Malosco, Fondo, Sarnonico, Tregiovo, conferma l'associazione che ha raccolto voci dal territorio: "La grandine non si è presentata di questa grandezza ovunque, ma i danni ci sono stati per tutti".

 

Bosco dei larici è nato durante il periodo della pandemia proprio "per far sentire con semplicità le persone meno sole e tutti parte di un paese unito". Con il passare del tempo "il gruppo è diventato sempre più affiatato - prosegue la vicepresidente - con rispetto reciproco e la stessa passione nel portare iniziative e contribuire alla bellezza del nostro paese. Siamo partiti come associazione registrata e ci costituiremo ufficialmente come il 9 luglio".

L'associazione, colpita in primis da questa tempesta "storica", esprime la sua vicinanza agli abitanti della Val di Non: "Siamo solidali vicini a tutti quelli che hanno subito danni. Rimane lo stupore per questo evento eccezionale, così come il nostro dispiacere nel vedere tanto lavoro svolto con amore e passione, distrutto".

 

All'interno di Bosco dei larici tutti sono soci fondatori, dalla presidente Monica Franch Boscolo, alla vicepresidente Francesca Venco Pedranz, al direttivo composto da Sergio Abram, Mauro Frigatto, Valter Carpentari. Gli altri componenti e soci fondatori sono Germana Pedrotti, Renate Giuliani e Giuliano Boscolo.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 25 giugno 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Società
26 giugno - 22:45
Dopo una mattinata dedicata alle celebrazioni di San Vigilio, l'evento clou della Disfida in piazza Fiera con la vittoria dei Gobj. [...]
Politica
26 giugno - 20:34
L'ex presidente della Pat: “Sulle Comunità di valle retromarcia definitiva, tutto resta come prima, in questi giorni altra retromarcia [...]
Società
26 giugno - 20:04
"Francesco e l'autismo" è una pagina nata a marzo scorso con l'intento di mostrare le attività quotidiane del bambino, dalle recite scolastiche [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato