Contenuto sponsorizzato

Natale, l'appello di Confartigianato per l'acquisto a km0: ''Segliere prodotti di piccole e micro imprese significa dare una mano al territorio''

"Comprare artigiano fa bene a tutti”, torna la campagna natalizia di Confartigianato Belluno. La presidente: "Significa sostenere non solo l’imprenditore, i suoi dipendenti e le rispettive famiglie, ma anche contribuire alla trasmissione della cultura cristallizzata nel sapere artigiano"

Di GF - 06 December 2022 - 11:39

BELLUNO. Un appello chiaro e forte: per gli acquisti natalizi è importante scegliere le imprese artigianali locali. A lanciarlo è la Confartigianato di Belluno rilanciando la campagna “Natale Artigiano” messa in campo a livello nazionale. 

 

L’inflazione, purtroppo, continua a premere e dicembre rimane comunque un mese davvero importante. Il mese degli acquisti da mettere sotto l’albero. Doni natalizi, ceste regalo, ma anche prodotti alimentari per preparare il cenone e il pranzo di Natale, i piatti del veglione di fine anno, e molto altro. Un mare di acquisti che valgono tantissimo per l’artigianato. Le spese legate alle festività, infatti, fanno registrare un valore delle vendite al dettaglio superiore del 25,5% rispetto alla media annuale. 

 

Comprare artigiano fa bene a tutti. È questo in estrema sintesi il messaggio che vogliamo lanciare” spiega la presidente di Confartigianato Belluno, Claudia Scarzanella.

 

“Significa sostenere non solo l’imprenditore, i suoi dipendenti e le rispettive famiglie, ma anche contribuire alla trasmissione della cultura cristallizzata nel sapere artigiano nonché al benessere della comunità, garantendo sia la remunerazione del lavoro e dei fattori produttivi locali sia il gettito fiscale necessario per sostenere il sistema di welfare”.

 

ALCUNI DATI
La spesa delle famiglie per dicembre viene stimata in 22,7 miliardi di euro a livello nazionale. Vengono scelti come regalo soprattutto prodotti e servizi. Si va dai prodotti alimentari e bevande, alla moda e gioielleria. Ma non mancano mobili, tessili per la casa, cristalleria, stoviglie e utensili domestici, utensili e attrezzature per casa e giardino, giochi, giocattoli, articoli sportivi, libri, articoli di cartoleria e materiale da disegno e servizi di cura della persona. La parte del leone la recitano ovviamente alimentari e bevande, che occupano quasi due terzi (66,3%) dello shopping natalizio, pari a 15,1 miliardi di euro. 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Economia
29 gennaio - 05:01
Il punto sulle Olimpiadi in val di Fiemme. L'assessore Failoni: "I bandi entro l'estate per avere tutto il 2024 per completare i lavori e farsi [...]
Ambiente
28 gennaio - 20:19
Il vice presidente della Comunità del Garda ha commentato l'andamento dei livelli delle acque del lago dello scorso anno: "Sono state [...]
Politica
28 gennaio - 18:23
La presidente di Itea e candidata presidente della Provincia di Trento per Fratelli d'Italia è stata eletta nella Giunta esecutiva nazionale di [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato