Contenuto sponsorizzato

VIDEOSERVIZIO. Concerto di Vasco, con Groff per verificare accessi e servizi per i disabili (saranno 170): ''Le preoccupazioni erano tante ma sono soddisfatto''

Il presidente Fand Trentino Groff ha partecipato al sopralluogo avvenuto con la Protezione civile e l'assessora Segnana per collaudare le pedane e verificare gli accessi per le persone disabili. Per ognuna ci potranno essere 200 persone, calcolando anche i possibili accompagnatori. Segnana: "Posso confidare che tutto si svolgerà nel migliore dei modi, sia durante il concerto che l'ingresso e il deflusso a fine spettacolo"

Di Francesca Cristoforetti - 17 maggio 2022 - 06:01

TRENTO. "Siamo come San Tommaso, finché non vediamo non crediamo. Sono 170 le persone con disabilità prenotate e ci saranno messi a disposizione dei volontari per essere accompagnati". Così Marco Groff, presidente Federazione associazioni nazionali delle persone con disabilità del Trentino che in stretta collaborazione con la Protezione civile ha supervisionato ieri, a pochi giorni dal maxi-concerto di Vasco del 20 maggio alla Trentino music arena, le postazioni e gli accessi riservati alle persone disabili.

 

E come il Dolomiti lo abbiamo accompagnato per verificare insieme lo stato dell'arte per ottenere questo via libera: "Ci saranno anche dei bagni accessibili soltanto per noi e l'accesso per le persone disabili accreditate sarà uno, specifico a sud est'', commenta Groff che conclude: ''Le preoccupazioni erano tante, ma sono soddisfatto".

Saranno due le pedane sopraelevate all'interno dell'arena, circa 70 centimetri da terra, 24 metri quadrati totali ciascuna, posizionate nel pit 2. Per ognuna ci potranno essere 200 persone, calcolando anche i possibili accompagnatori.

 

"Non solo, abbiamo calcolato che ci potrebbero essere persone non accreditate che hanno l'invalidità certificata e che avrebbero bisogno di quel posto", sostiene Stefania Marchesi, direttrice Ufficio centrale unica di emergenza presente al sopralluogo avvenuto alla Trentino Music Arena.

 

Presenti assieme al presidente di Fand, anche l'assessora provinciale alla salute, disabilità e famiglia Stefania Segnana, il presidente della sezione trentina dell'Associazione nazionale Mutilati e invalidi civili (Anmic) Marcello Manganiello, il dirigente dell'Umse disabilità e integrazione socio-sanitaria della Pat Roberto Pallanch e, per la Protezione civile trentina, Stefano Fait, responsabile del Servizio prevenzione rischi e centrale unica di emergenza e Silvia Marchesi, direttrice della Cue. A sovrintendere le operazioni organizzative alla Trentino Music Arena anche il dirigente generale della Protezione civile Raffaele De Col.

"Ho voluto verificare di persona che in occasione del concerto del prossimo 20 maggio siano assicurate alle persone con disabilità l'accessibilità - sostiene Segnana - e l'assistenza necessarie. Ho trovato grande disponibilità e un'organizzazione puntuale, posso confidare che tutto si svolgerà nel migliore dei modi, con la garanzia per chi ha difficoltà motorie o altre disabilità di trascorrere i momenti del concerto, ma anche l'ingresso e il deflusso a fine spettacolo, in tutta sicurezza. Ringrazio Live Nation per la disponibilità e la professionalità riservate alle persone diversamente abili". 

 

 

Con l'occasione gli organizzatori del concerto hanno illustrato le modalità di accesso all'area per le persone diversamente abili e fatto provare direttamente la rampa di ingresso a una delle due piattaforme riservate.

 

Gli spettatori accreditati dagli organizzatori come diversamente abili parcheggeranno in zone a sud rispetto all’arena concerto (parcheggio Via della Cooperazione e parcheggio Cibio). Da qui, con navette attrezzate, i disabili e i relativi accompagnatori (è ammesso un accompagnatore per ogni disabile) verranno condotti all’interno dell’arena, in corrispondenza di una specifica entrata sul lato est, percorrendo la via di San Vincenzo da nord verso sud. Nei parcheggi sono previsti servizi specifici per disabili. 

 


Nei pressi delle due pedane dedicate, ci saranno non solo servizi igienici riservati ma anche servizi di food&beverage. Attraverso le associazioni di volontariato le persone diversamente abili saranno assistite al momento del loro ingresso in arena e per tutta la durata dell’evento.

 

 

Per i disabili che hanno acquistato un biglietto di ingresso standard all’evento è previsto un parcheggio dedicato e gratuito tra via Chini e viale Verona (P16); da qui disabile e accompagnatore saranno accompagnati tramite navette attrezzate in prossimità dell’arena concerto (rotatoria via Mach).

 

 

Per ulteriori informazioni e orari delle navette si rimanda al sito (Qui il link).

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 1 luglio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
02 luglio - 21:22
Il 36enne stava affrontando una highline, una apposita fettuccia assicurata e tesa tra due sostegni a una quota di circa 1.400 [...]
Cronaca
02 luglio - 19:19
Le fiamme si sono sviluppate tra i vigneti nei pressi di un bunker della Seconda guerra mondiale, l’intervento dei vigili del fuoco complicato [...]
Cronaca
02 luglio - 20:41
Confesercenti del Trentino: "Ci ha lasciato Loris Lombardini: una persona dal grande cuore e dalla grande personalità"
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato