Contenuto sponsorizzato

Dalla Paganella al Bondone, il crollo delle temperature permette di aprire gli impianti. Folgarida-Marilleva non ce la fa: ''Ha piovuto troppo fino a 2200 metri di quota''

L'ondata di maltempo, che ha portato pioggia fino a 2500 metri di quota e temperature miti, ha messo a dura prova le piste. Ma con la neve caduta ieri in quota e il crollo delle temperature, da oggi, 3 dicembre, si torna a sciare in Paganella e sul Monte Bondone. Apertura rimandata a lunedì, invece, a Folgarida-Marilleva. Gasperi: “Siamo al lavoro per sistemare e mettere in sicurezza le piste, pronti per aprire lunedì 4 dicembre”

Di Sara Marcolla - 03 dicembre 2023 - 05:01

TRENTO. L'apertura è stata a rischio quasi fino all'ultimo. Ma con la neve caduta ieri in quota e il crollo delle temperature che si è registrato nella notte, da oggi, 3 dicembre, in quasi tutte le località trentine si torna a sciare. Con un giorno di ritardo rispetto a quanto inizialmente programmato. Tutti in pista, quindi, in Paganella e sul Monte Bondone. Servirà attendere un giorno ancora, invece, a Folgarida-Marilleva.

 

L'ondata di maltempo che ha interessato anche il Trentino, portando pioggia fino a 2500 metri di quota e temperature miti, aveva messo a dura prova le piste, di fatto pronte per l'apertura e rovinate dall'acqua caduta (qui articolo).  L'apertura degli impianti, prevista già da ieri, è dunque saltata, in attesa dell'evolversi della situazione meteorologica.

 

Ma il tempo è cambiato. Ieri, nel corso della giornata, la quota neve è progressivamente calata con l'abbassarsi delle temperature. Dal pomeriggio ha iniziato a soffiare il vento, che ha pulito il cielo dalle nuvole e ha portato ad un brusco calo della colonnina di mercurio, scesa in poche ore di circa 15 gradi. Una manna per gli impiantisti, che hanno potuto così sistemare le piste e garantire l'apertura per la giornata di oggi. Una giornata che si prospetta soleggiata: ideale, quindi, per chi ama sciare.

 

Saranno ufficialmente aperte oggi, 3 dicembre, alcune piste del Monte Bondone: “Cordela, Diagonale Montesel e Campo Primi Passi. Dopo la chiusura prevista per lunedì, martedì e mercoledì, la montagna di Trento aprirà poi in maniera continuativa dal 7 dicembre” conferma la direttrice di Trento Funivie, Michela Defrancesco.

 

Apertura confermata anche per la Paganella. “Con la neve caduta sabato e le temperature in ribasso – commenta il direttore di Paganella Ski, Ruggero Ghezziriusciamo a recuperare i danni alle piste causati dalla pioggia. Naturalmente apriamo agli sciatori solo la zona alta, quindi fino al Dosson. Mentre dal ponte dell'Immacolata saremo operativi con tutti i 50 chilometri di piste”.

 

Non si scierà, invece, oggi nel comprensorio Folgarida-Marilleva. “Ha piovuto veramente tanto, addirittura fino a 2200 metri di quota: dal pomeriggio di venerdì fino a mezzogiorno di sabato ha continuato a piovere e ci siamo, quindi, trovati con le piste innevate piene d'acqua – spiega Cristian Gasperi, direttore generale Funivie Folgarida Marilleva spa. - La pioggia non fa sciogliere la neve, ma la impregna d'acqua e, pertanto, le piste sono impraticabili anche dai battipista, che sono rimasti fermi perché altrimenti sarebbero sprofondati nella neve molle. In questa situazione il crollo delle temperature favorisce il formarsi di ghiaccio”.

 

Oggi, quindi, le piste di Folgarida-Marilleva rimarranno chiuse “ma siamo al lavoro per sistemarle e metterle in sicurezza, pronte per aprire lunedì 4 dicembre – spiega ancora Gasperi. - Oggi, 3 dicembre, è confermata l'apertura della Skiarea Campiglio Dolomiti di Brenta ma solo nelle zone Grostè e Spinale a Madonna di Campiglio. Funivie Pinzolo aprirà, invece, a partire da mercoledì, 6 dicembre. Dal ponte dell'Immacolata saremo, comunque, pienamente operativi – conclude Gasperi. - Abbiamo veramente tanta neve, grazie anche al bacino per l'innevamento artificiale creato in val Mastellina, in cui siamo riusciti ad immagazzinare tanta acqua che abbiamo poi utilizzato per la preparazione ottimale delle piste”.

 

Oggi si scia, invece, in val di Fiemme e val di Fassa, mentre il 5 dicembre segna il primo giorno di sci per tutte le località di Dolomiti Superski e per il Sellaronda.

 

 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
05 marzo - 11:43
La polizia tedesca ha fermato una persona, l'ex marito della figlia della fisioterapista di 61 anni aggredita a febbraio. Sequestrati cellulari, [...]
Cronaca
05 marzo - 09:50
Sul posto anche i vigili del fuoco e le forze dell'ordine oltre al personale tecnico dell'Autostrada. E' successo al chilometro 183 in [...]
Cronaca
05 marzo - 09:24
A finire davanti al giudice sono padre e figlio, il primo per violenza privata e lesioni mentre il secondo per violenza sessuale
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato