Contenuto sponsorizzato

Emergenza asili. A Pergine un bambino su due escluso dal servizio: "Non ci sono spazi". A Trento apre una nuova struttura ma in oltre 200 aspettano risposte

Nel capoluogo sono 1.147 posti nei nidi: sono state accolte 584 domande, mentre 205 sono i bimbi ancora in lista d'attesa. Si cercano spazi all'Interporto. Il 48% delle richieste accolte a Pergine: "Siamo rammaricati, la società è cambiata e ci sono più richieste pur a fronte dell'inverno demografico. Il prossimo anno ci sarà un nido nuovo"  

Di Luca Andreazza - 21 maggio 2024 - 06:01

TRENTO. Non bastano i posti disponibili per accogliere tutte le domande per il prossimo anno educativo negli asili nido. C'è una ricerca di spazi a Trento ma anche a Pergine. In Valsugana poco più di metà delle famiglie che hanno inoltrato domanda devono rivolgersi altrove, strutture convenzionate o Tagesmutter, per poter beneficiare del servizio.  

 

A Trento si pensa di sopperire alle necessità con l'attivazione del nido Interporto mentre in Valsugana la situazione difficilmente può cambiare, almeno fino a quando non apre la nuova struttura, ma bisogna aspettare l'autunno del prossimo anno. Nel capoluogo sono 1.147 posti nei nidi: sono state accolte 584 domande, mentre 205 sono i bimbi ancora in lista d'attesa. La Giunta comunale ha così cercato degli spazi aggiuntivi e dopo alcune valutazioni si punta a riattivare la proposta all'Interporto, una soluzione già utilizzata dall’autunno 2020 a causa della riduzione di capienza per rispondere alle limitazioni Covid oltre che per i lavori in corso a "Il Trenino" di via Gocciadoro.

 

Il Servizio risorse finanziarie e patrimoniali del Comune ha già chiesto a Interbrennero la disponibilità a concedere gli spazi in locazione ricevendo risposta positiva. La proposta di canone locativo annuo è di 36 mila euro oltre agli eventuali interventi manutentivi dell'area verde pertinenziale esterna.

 

Il nido Interporto dispone di circa 635 metri quadrati al piano terra, così come di una grande area verde e con disponibilità di parcheggio. Per la riattivazione del servizio, la cui gestione è prevista in via diretta da parte dell’Amministrazione comunale, si dovrà procedere con l’assunzione del personale educativo, ausiliario e di cucina.

 

"La struttura è in grado di ospitare tra 45 e 50 bambini a tempo pieno a seconda della specifica fascia di età", spiega Marcella Seppi, dirigente del Servizio infanzia del Comune di Trento. "La previsione è di impiegare a piena capienza del servizio 8 educatori a tempo pieno e 4 part time, 1 cuoco e 3 addetti a tempo pieno". La possibilità è di aprire l’intero anno educativo dal lunedì al venerdì, dalle 7.30 alle 17.30, per un massimo di 10 ore al giorno.

 

In particolare, in tutti i nidi d’infanzia del Comune, a partire dall’anno educativo 2024/2025 i genitori avranno la possibilità di scelta tra un orario base di 8 ore (8.30-16.30), con un’ora di anticipo (7.30-8.30) o un’ora di posticipo (16.30-17.30) per un totale di 9 ore oppure con entrambe le ore aggiuntive per un massimo di 10 ore. Conseguentemente la tariffa verrà riproporzionata in funzione del monte ore richiesto.

 

Il nido Interporto non rientra tra le possibili opzioni a disposizione dei richiedenti il servizio durante il periodo di raccolta delle domande, l’assegnazione dei posti potrà avvenire contattando tutte le famiglie rimaste in graduatoria che hanno manifestato la disponibilità anche per altri nidi dislocati in qualsiasi zona della città.

 

Sostanzialmente nullo il margine di manovra nel perginese. Spazi finiti. Accolto il 45% delle domande. "Il dato è consolidato, più alto rispetto alla media nazionale del 30% e degli standard europei del 33%", dice Elisa Bortolamedi, assessora del Comune di Pergine. "Siamo rammaricati ma per quest'anno educativo il servizio è completo mentre a settembre 2025 è attesa l'apertura del nuovo nido in viale Petri: con 60 posti potremo rispondere all'85% delle richieste".

 

E per questo a Pergine si prevede una serie di iniziative per cercare di andare incontro alle famiglie. "I buoni di servizio nelle strutture convenzionate oppure contributi per rivolgersi alle Tagesmutter., aggiunge Bortolamedi. "Ci sono strutture come il Piccolo nido, Peter Pan e in val dei Mocheni, poi ci sono attive le cooperative Il Sorriso e Dal Ponte".

 

La fotografia migliorerà con l'apertura del nuovo nido comunale ma intanto la maggior parte delle famiglie si deve rivolgere ai privati. "La società è cambiata: ci sono i nuclei monoparentali, mentre in molti casi entrambi i genitori lavorano, con l'allungamento dell'età pensionabile, spesso anche i 'nonni' sono occupati", prosegue l'assessora del Comune di Pergine. "Non bisogna poi sottovalutare la nuova residenzialità, cittadini che non hanno una rete sul territorio. Tutte situazioni che incidono sul servizio".

 

L'inverno demografico colpisce sul fronte dei numeri ma rispetto al passato la quasi totalità delle famiglie ricorre ai nidi. "Per incentivare la natalità servono i servizi, come la struttura che intendiamo inaugurare l'autunno del prossimo anno". E una possibile soluzione è il servizio 0-6, sperimentato per la prima volta a Pergine e successivamente anche a Trento. "Ci sono diversi benefici: una dimensione pedagogica di crescita per il piccolo, un inserimento più graduale e una politica efficacie anche negli spazi, oltre a favorire economie di scala nella gestione delle strutture", conclude Bortolamedi.

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Economia
14 giugno - 18:52
Confesercenti della Lombardia Orientale lancia l'allarme in vista della nuova stagione: “Occorre però un salto di qualità anche nella [...]
altra montagna
14 giugno - 19:31
Zero voti. Questo è il dato da cui partire per analizzare l’esperienza elettorale di Luca Mercalli, noto climatologo e divulgatore scientifico [...]
Cronaca
14 giugno - 18:35
La 24enne nonesa dopo la straordinaria vittoria sui 10 chilometri in pista è stata festeggiata dalle massime autorità sportive e politiche. [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato