Contenuto sponsorizzato

Ai Mondiali di Mountain Bike il ministro Lotti che loda l'Autonomia ma anche gli animalisti al grido "Boicottare il Trentino"

Ieri Lotti in Val di Sole: “In Trentino l'Autonomia funziona ed è giusto che quest'esperienza prosegua". Ma oggi alcuni manifestanti protestano a bordo pista: "Justice for Kj2" e al megafono: "Boicotta il Trentino"

Pubblicato il - 26 agosto 2017 - 16:31

TRENTO.  “In Trentino l'Autonomia funziona ed è giusto che quest'esperienza prosegua, visti i risultati che sono sotto gli occhi di tutti”. Questo lo ha detto ieri il ministro dello Sport Luca Lotti a margine della cerimonia di premiazione dei Campionati del Mondo di Four Cross in Val di Sole, dove questo weekend si svolge la sfida mondiale UCI Mountain Bike.

 

Ma oggi, a fargli il controcanto, sono stati gli animalisti che hanno usato l'attenzione mediatica sulla manifestazione per radunarsi, in pochi (due trentini e quattro da fuori provincia) e inscenare un piccolo presidio. Hanno aperto uno striscione e urlando al megafono "Boicotta il Trentino". 

 

Erano proprio pochi ma su di essi si è concentrata l'attenzione dei carabinieri e della Digos che si è portata fino in Val di Sole per tenere sotto controllo la situazione. Lo striscione, lunghissimo, avrebbero voluto metterlo a bordo pista ma dopo pochi minuti hanno desistito.

 

Avrebbero voluto mettere in cattiva luce l'evento e approfittare dei 30 mila ospiti per lanciare un messaggio di ostilità al Trentino ma non ci sono riusciti. Hanno pesato molto di più le parole di Lotti, anche nei confronti dell'organizzazione della manifestazione e della valle che la ospita.

 

“Il Governo – ha detto Lotti – ha sostenuto anche finanziariamente questa iniziativa. I grandi eventi come questi mondiali sono l'occasione per far vivere territori fantastici come la Val di Sole e promuovere e valorizzare sport poco conosciuti. Ho trovato un'ottima organizzazione, frutto dell'esperienza, dell'impegno e del lavoro di tantissimi volontari”.

 

Insieme all'esponente del governo Gentiloni, nel BikePark di Daolasa è intervenuto anche il governatore della Provincia di Trento Ugo Rossi che ha espresso l'orgoglio della comunità locale nell'ospitare l'appuntamento mondiale: “Le grandi manifestazioni sportive possono trovare nostra terra un palcoscenico naturale di straordinaria bellezza, oltre a una tradizione all'accoglienza e all'ospitalità insita nel nostro Dna”.

 

La Val di Sole offre infatti una rete di percorsi ciclabili che permettono di vivere a contatto con la natura: “Esperienze adatte davvero a tutti, da chi è più allenato alle famiglie” ha osservato il direttore dell'Azienda per il turismo Fabio Sacco, cui ha fatto eco il Ceo di Trentino Marketing Maurizio Rossini, ricordando che "c'è una grandissima varietà di percorsi sia su strada sia su sterrato con oltre 400 chilometri di piste ciclabili”. 

 

Percorsi lungo i quali pedalare con le classiche mountain bike, ma anche con le e-bike. “Puntiamo sul raddoppio delle ciclopedonali esistenti in Val di Sole e già dal prossimo anno potrete gustare alcuni tratti del prolungamento” ha annunciato il presidente della Comunità di Valle Guido Redolfi, che ha parlato anche dell'installazione di nuove prese di corrente lungo i tracciati per ricaricare le bici a pedalata assistita.

 

Ambiente e sviluppo non sono affatto termini inconciliabili”, sono state invece le parole dell'assessore provinciale con delega a infrastrutture e ambiente Mauro Gilmozzi, che ha aggiunto: “Viviamo in un'epoca di profondo cambiamento e il piano provinciale per la mobilità elettrica che vuole ridurre le emissioni di gas serra punta a migliorare la qualità dell'ambiente a beneficio dei cittadini, dell'economia e dell'intera società”. 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 16 novembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

18 novembre - 19:05

Nel pomeriggio si è riunita la sala operativa della Protezione civile. In arrivo sono previste abbondanti precipitazioni che rischiano di appesantire i manti nevosi, già a rischio scivolamento a quote medio-alte, e di portare i corsi d'acqua al di sopra della soglia d'attenzione. La situazione dovrebbe cambiare nella serata di domani

18 novembre - 18:29

L'uomo ha lasciato la sua casa di Quero Vas nel primo pomeriggio di ieri e da quel momento non si sono più avute notizie

18 novembre - 12:04

Il problema è più diffuso di quel che si potrebbe pensare infatti sono molti i senza fissa dimora che pur di non separarsi dall’amico animale scelgono di non accedere alle strutture residenziali, sfidando la rigidità dell’inverno e talvolta mettendo in pericolo la propria vita

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato