Contenuto sponsorizzato

Arrestato trentino di 51 anni per violenza sessuale su una 20enne

L'uomo, della Valsugana, aveva abusato della ragazza nella notte del 18 giugno, dopo averla fatta bere. I carabinieri della compagnia di Trento e di Borgo Valsugana hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare degli arresti domiciliari emessa dal Tribunale di Trento

Pubblicato il - 28 ottobre 2016 - 12:24

BORGO VALSUGANA. L'aveva prima fatta bere e poi, approfittando della sua superiorità fisica, aveva abusato di lei ed è stato arrestato dai carabinieri di Trento e di Borgo Valsugana. Il fattaccio era accaduto nella notte a cavallo tra il 18 e il 19 giugno. L'uomo, un trentino di 51 anni originario della Valsugana, incensurato e mai segnalato per reati a sfondo sessuale, aveva prima fato ubriacare una giovane 20enne, anche lei trentina, e forte anche del fatto che lei era in stato di semi incoscienza, aveva abusato di lei.

 

I carabinieri della compagnia di Trento, assistiti dai militari di Borgo Valsugana, hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare degli arresti domiciliari emessa dal Tribunale di Trento, per il reato di violenza sessuale. La misura è stata adottata dal Tribunale di Trento, che ha accolto la richiesta della locale Procura, che hanno concordato con le risultanze investigative dei carabinieri di Trento, incaricati per le indagini del caso.

 

Adesso l'uomo dovrà rispondere di violenza sessuale aggravata. Attualmente, è sottoposto agli arresti domiciliari a disposizione dell’autorità giudiziaria inquirente. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 maggio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 maggio - 12:37

Il presidente del Forum Trentino per la Pace e i diritti umani (organismo “consulente” della Giunta e del Consiglio Provinciale) manda una lettera all'assessore all'istruzione e cultura per chiedergli di non far saltare quell'importante attività di educazione alla cittadinanza attiva che per tanti giovani è stata anche una delle prime esperienze lavorative: ''Credo non solo debba essere garantito nei suoi progetti ma addirittura rafforzato''

25 maggio - 06:01

Ci auguriamo che non ci sia una ''prossima volta'' parlando di epidemie e che quindi questa sia solo un'uscita infelice di Segnana, l'attacco a un organismo professionale che in questi mesi non si è risparmiato per cercare di risolvere le criticità, senza magari tutti quegli elementi in mano alla task force e l'esecutivo, appare davvero ingeneroso

25 maggio - 11:33

Migliora sensibilmente anche la situazione all’interno delle strutture sanitarie bolzanine dove rimangono ricoverati solo 35 pazienti. I posti letto occupati in terapia intensiva sono 3, altri 2 altoatesini si trovano ricoverati nelle cliniche austriache

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato