Contenuto sponsorizzato

Circoscrizioni, calano i consiglieri e aumentano le attività. Indennità ai presidenti, Andreatta "Si sta cercando una ragionevole convergenza"

Presentato il Rapporto 2016 delle Circoscrizione. Le risorse finanziarie non variano rispetto il passato ma aumentano le attività culturali e ricreative 

Pubblicato il - 19 July 2017 - 11:07

TRENTO. Lo scorso anno con le stesse risorse finanziare del 2015 i Consigli circoscrizionali di Trento sono riusciti a produrre il 9% in più di attività. Questa la principale tendenza che viene evidenziata nel rapporto 2016 relativo alle attività portate avanti dalle Circoscrizioni.

 

A fronte di un calo dei consiglieri, che da 194 sono passati a 150 e a una diminuzione anche delle adunanze che da 128 sono passate a 119, ad aumentare, secondo i dati raccolti dal Comune, sono le attività culturali e quelle ricreative.

 

Il lavoro nei consigli non è mancato. Nel corso del 2016, infatti, sono state 653 le delibere adottate e di queste 188 sono state per programmi e attività, 140 documenti presentati dai consiglieri, 106 pareri e 41 hanno riguardato surroghe o nomine.

 

 

Aumenta la richiesta di contatto con i cittadini e questo si è tradotto in un incremento delle assemblee pubbliche che da 6 nel 2015 si è arrivati a 13 nel 2016.

 

Ad essere aumentate sono invece il numero delle attività, sia realizzate direttamente dalle Circoscrizioni sia finanziate con contributo circoscrizionale: si passa dalle 472 attività del 2015 alle 517 attività del 2016, a fronte di un importo invariato di risorse finanziarie assegnate alle Circoscrizioni (295.135,88 euro, cui vanno sommati 29.524 euro per gemellaggi).

 

“Assistiamo – ha spiegato il sindaco Alessandro Andreatta – alla predisposizione sempre migliore degli ordini del giorno e di strutturare le riunioni al meglio. C'è anche la volontà non di guardare solo al proprio orticello ma di confrontarsi con le circoscrizioni vicine per darsi una mano”.

 

La scorsa settimana i dodici presidenti di circoscrizione hanno incontrato la Commissione consiliare per il decentramento, presentando un documento per il rinnovamento delle circoscrizioni.

Tra i punti messi in risalto quello riguardante la necessità di una maggiore programmazione e l'apertura all'ipotesi di ridisegnare, se necessario, il perimetro di alcune circoscrizioni e di reintrodurre l'indennità per i presidenti.

 

Un tema quest'ultimo, già oggetto in passato di diverse discussioni. “Si sta cercando una ragionevole convergenza – ha spiegato Andreatta – e su questo  attendiamo di vedere come si sviluppa la discussione. Occorre però ricordare che il ruolo di presidente di una circoscrizione è molto impegnativo”.

 

 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 23 giugno 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Ambiente
24 giugno - 20:07
La Pat ha presentato un piano contro la diffusione del bostrico: l'individuazione precoce degli alberi infestati e il loro immediato abbattimento [...]
Cronaca
24 giugno - 21:27
Il fienile, dove si trovava una famiglia, è stato colpito da un fulmine. Stando alle prime informazioni una bambina di 11 anni sarebbe stata [...]
Cronaca
24 giugno - 17:47
L'assessore Tonina in Terza Commissione: "O si riuscirà a trovare una condivisione trasversale sulla costruzione di un impianto gassificatore, [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato