Contenuto sponsorizzato

Distrugge le arnie e si mangia il miele, doppia visita dell'orso all'Orto di Laura

Il plantigrado è passato la prima volta venerdì notte e la seconda tra sabato e domenica. La titolare: "Ci ha distrutto l'intera produzione. Serve una gestione diversa per salvaguardare le attività economiche"

Di Luca Andreazza - 21 agosto 2017 - 20:01

VEZZANO. L'orso ha fatto visita all'Orto di Laura a Ciago di Vezzano, nota commerciante che dispone di quattro punti vendita a Trento. Un doppio appuntamento in verità.   

 

"La prima volta - spiega la titolare Laura Luterotti - è passata venerdì notte e ha colpito due arnie, quindi è tornato tra sabato e domenica completando l'opera".


Un duro colpo per l'azienda: "Abbiamo perso tutta la produzione di miele - aggiunge la titolare - per non parlare dei danni alle strutture, senza dimenticare la sicurezza di intervenire dopo eventi del genere: le api infatti sono arrabbiate e quindi pericolose. Ora dobbiamo acquistare nuove regine e ricominciare tutto dall'inizio". 


Al netto dell'aggressione a inizio mese, sono numerosi gli avvistamenti dell'orso in Valle dei Laghi a Lon (Qui video), così come a Ranzo (Qui video), senza dimenticare la strage di pecore a Cavedine (Qui articolo). I plantigradi sembrano sempre più confidenti nell'avvicinarsi alle abitazioni. 


"La nostra - aggiunge - è l'ultima casa vicino al bosco, ma non siamo isolati e la campagna è vicina all'abitazione. Non è la prima volta che l'orso arriva a farci visita: un anno aveva strappato le prugne, un'altra volta ciliegie, ma anche le mele. Il plantigrado va rispettato però iniziano a essere veramente, qui in valle saranno una decina, e troppo confidenti. Serve una gestione diversa, anche per salvaguardare le attività economiche".


Oltre al miele, l'azienda copre una superficie di circa cinque ettari coltivati in parte a vigneto, in parte a frutteto e il rimanente ad ortaggi. "Questa - conclude Luterotti - è stata un'annata sfortunata, specie per una realtà a conduzione famigliare come la nostra. Prima le gelate, quindi la siccità e poi il maltempo. Ci mancava quest'ultimo problema".


Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 febbraio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 febbraio - 05:01

Il Cibio è stato tra i primissimi centri di ricerca in Italia a ipotizzare di sviluppare un vaccino per contrastare Covid-19. I laboratori coordinati da Pizzato e Grandi erano arrivati, anche piuttosto velocemente, a chiudere la fase pre-clinica. Poi a luglio ci si è fermati per l'impossibilità di raccogliere un finanziamento di un paio di milioni: "Ci sarebbe un modo anche per comprendere nel prodotto l’efficacia contro specifiche varianti del virus"

26 febbraio - 20:08

Sono 211 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 38 pazienti sono in terapia intensiva. Oggi 1 decesso. Sono 87 i Comuni che presentano almeno una nuova positività

26 febbraio - 18:14

Il dirigente dell'Azienda Sanitaria Pier Paolo Benetollo ha spiegato che ad oggi "Il numero di varianti che stiamo trovando è limitato''. Sono in totale quattro le mutazioni inglesi registrate fino ad oggi in Trentino 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato