Contenuto sponsorizzato

Droga al Beach Party di Ledro, fermati tre giovani

L'attività di Ferragosto dei carabinieri di Riva hanno portato, tra tassi alcolemici troppo alti e sostanze stupefacenti, a sette persone denunciate all'Autorità giudiziaria e undici al Commissariato di Governo

Pubblicato il - 16 agosto 2017 - 10:15

RIVA DEL GARDA. Sette persone denunciate all'Autorità giudiziaria e undici al Commissariato del Governo, 114 persone controllate e 83 veicoli. Questi i risultati dell'attività di Ferragosto dei carabinieri di Riva del Garda.

 

Un neopatentato di Riva del Garda è stato trovato ad Arco con un tasso alcolemico superiore ai 2 grammi per litro e quindi gli è stata ritirata la patente appena conseguita. A Storo è stata la volta di un 40enne di Tione che non ha superato il test: anche per lui con valore vicini a 2 grammi per litro. In questo caso oltre al ritiro della patente c’è stato il sequestro del veicolo per la confisca.

 

Anche un roveretano di 32 anni è stato fermato a Riva del Garda dagli uomini della Radiomobile dopo aver causato un incidente senza feriti, gli approfondimenti del caso hanno evidenziato un tasso alcolemico di circa 1 grammo per litro.

 

Sono invece della notte scorsa le due persone incappate nei controlli: un cuoco ecuadoriano residente nel vicentino e un cameriere di Arco, entrambi con valori poco sopra un grammo per litro. Ultimo in ordine cronologico un denunciato per guida in stato di ebbrezza a Storo: si tratta di un bresciano con un tasso di poco inferiore all’1.

 

Altri controlli hanno permesso di effettuare otto sequestri amministrativi di droga: un disoccupato di origine brasiliana e residente ad Arco di 19 anni, già conosciuto alle forze dell’ordine, beccato con 1 grammo di hashish, un veronese di 23 anni aveva il vizio di farsi sigarette con la marijuana e con 3 grammi della stessa sostanza un 44enne vicentino.

 

Due sono i minorenni travati in possesso di stupefacenti: un giovanissimo di Arco e una ragazzina di Trento, entrambi di 14 anni, trovati con un grammo di marijuana ciascuno. Gli ultimi sono due stranieri, un senegalese e un uomo del Gambia, che, insieme ad un italiano della provincia di Roma, sono stati trovati  nell’abitazione che condividevano ad Arco con 12 grammi di droga e un bilancino di precisione.

 

Segnalati tre giovani al Beach Party di Besta, a Ledro, un 20enne di Arco, un 15enne di Riva del Garda e un 17enne del luogo per possesso di stupefacenti.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.21 del 25 Settembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 settembre - 20:21

La diffusione del virus Comune per Comune: a Rovereto 11 casi, 8 a Trento. La Provincia di Trento maglia nera fra i territori italiani per quanto riguarda l’incidenza. Ecco la mappa dei contagi sul territorio

27 settembre - 18:22

Davide Bassi, ex rettore dell'Università di Trento, di fronte alla crescita dei contagi in Regione nelle ultime settimane, si è interrogato sulle modalità di somministrazione dei tamponi. Farne tanti è infatti sempre una garanzia di una più efficace strategia di contenimento del virus? La risposta è scettica e fa riflettere sul modo con cui la Giunta Fugatti ha comunicato in questi mesi di emergenza. "Non serve farne tanti ma alle persone giuste"

27 settembre - 19:55

Continuano a crescere in Alto Adige i casi di strutture scolastiche e per l'infanzia costrette a chiudere per l'insorgenza di contagiati tra gli alunni. Dopo i due nuovi positivi riscontrati in due istituti superiori di Bressanone e la chiusura per 2 settimane del Gandhi di Merano, anche l'asilo Moos di Sesto dovrà chiudere i battenti per la sanificazione. 13 i bambini in isolamento, assieme al personale della materna

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato