Contenuto sponsorizzato

Esce di strada e sbatte contro un albero, 44enne muore bruciata nell'auto

La donna, originaria di Rovereto, lavorava all'università di Bologna come ricercatrice. L'incidente lunedì sera ad Imola

Foto: Isolapress - Imola
Pubblicato il - 23 agosto 2017 - 09:01

IMOLA. Terribile incidente ad Imola lunedì sera dove è stata coinvolta una donna originaria di Rovereto che è morta bruciata nell'auto.

La donna, Maria Josè Esposito, del 1972, ricercatrice dell'Università di Bologna, era nata a Rovereto al Santa Maria del Carmine e da qualche tempo era domiciliata a Imola.

 

Al volante della sua Fiat Panda nera  stava percorrendo la provinciale con senso di marcia Castel del Rio-Imola. Per cause ancora al vaglio della Polizia municipale di Imola, la donna avrebbe perso il controllo del veicolo poco prima di imboccare una curva a sinistra e sarebbe finita successivamente contro un albero.

 

L'impatto è stato violentissimo e in pochi secondi è scoppiato l’incendio che ha avvolto l’auto.

 

Secondo quanto riporta Il Resto del Carlino, dopo l’urto, Maria Josè era ancora cosciente e sembra che abbia cercato di uscire dalla Panda.In pochi attimi, però, l'auto si è trasformata in una trappola di fumo e fuoco. Inutile, purtroppo, il disperato tentativo dei soccorsi di salvare la donna.

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 novembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 novembre - 05:01

Il consigliere pentastellato non ci sta: il manifesto va cambiato perché manda un messaggio sbagliato. "Non va inculcato nella testa dei bambini che il papà è un orco". Non si è fatta attendere la reazione di Non una di meno-Trento: "Per contrastare ogni discriminazione e fenomeno oppressivo dobbiamo guardare alla sua radice e non annacquare tutte le situazioni in riferimenti generici privi di contesto"

21 novembre - 19:19

Per l'assessora provinciale competente questo sarebbe ''un segnale importante'' per aiutare chi quotidianamente convive con i problemi legati all'handicap eppure le variabili in gioco sembrano essere davvero troppe. La norma rischia di valere per pochissimi casi. Meglio sarebbe stato potenziare la legge nazionale che prevedere di favorire lo smart working per i genitori di figli disabili

21 novembre - 19:46

Per colpa del maltempo una frana si è abbattuta sulla strada che collega le frazioni di Zoldo Alto e Forno di Zoldo (dove si trova la scuola). Per questo i bambini sono stati coinvolti in una singolare avventura: aggirare la colata di fango sopra una passerella sul torrente Maé

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato