Contenuto sponsorizzato

Esce di strada e sbatte contro un albero, 44enne muore bruciata nell'auto

La donna, originaria di Rovereto, lavorava all'università di Bologna come ricercatrice. L'incidente lunedì sera ad Imola

Foto: Isolapress - Imola
Pubblicato il - 23 agosto 2017 - 09:01

IMOLA. Terribile incidente ad Imola lunedì sera dove è stata coinvolta una donna originaria di Rovereto che è morta bruciata nell'auto.

La donna, Maria Josè Esposito, del 1972, ricercatrice dell'Università di Bologna, era nata a Rovereto al Santa Maria del Carmine e da qualche tempo era domiciliata a Imola.

 

Al volante della sua Fiat Panda nera  stava percorrendo la provinciale con senso di marcia Castel del Rio-Imola. Per cause ancora al vaglio della Polizia municipale di Imola, la donna avrebbe perso il controllo del veicolo poco prima di imboccare una curva a sinistra e sarebbe finita successivamente contro un albero.

 

L'impatto è stato violentissimo e in pochi secondi è scoppiato l’incendio che ha avvolto l’auto.

 

Secondo quanto riporta Il Resto del Carlino, dopo l’urto, Maria Josè era ancora cosciente e sembra che abbia cercato di uscire dalla Panda.In pochi attimi, però, l'auto si è trasformata in una trappola di fumo e fuoco. Inutile, purtroppo, il disperato tentativo dei soccorsi di salvare la donna.

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 febbraio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 febbraio - 05:01

Secondo alcune stime, procedendo con questo ritmo, il Trentino completerà la campagna vaccinale dopo l’estate del 2023. Il ricercatore dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare di Padova: “L’impressione è che alcuni territori abbiano già raggiunto il limite giornaliero di dosi che riescono a somministrare”. Intanto dai portali nazionali le somministrazioni di AstraZeneca sarebbero ferme, in Trentino, ma non è così: ecco perché  

25 febbraio - 07:55

Ieri sono stati in tantissimi a ritrovarsi in piazza a Vigo Meano per ricordare l'ennesima vittima di femminicidio e dire basta alla violenza. Prosegue, intanto, la raccolta fondi per aiutare i quattro figli di Deborah Saltori 

24 febbraio - 20:09

L'attività viene portata avanti da Elisabeth, Lucia e Antonietta e si trova in Vicolo Santa Maria Maddalena. Nato nel 1997, il salone 'La Femme' si è sempre più fatto conoscere per la professionalità offerta e per l'attenzione non solo nella qualità dei prodotti ma anche nel rispetto per l'ambiente 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato