Contenuto sponsorizzato

Ghiaccio sulle piste ciclabili. I cittadini chiedono l'intervento dei mezzi spargisale

L'intervento richiesto per evitare rovinose cadute dei ciclisti che rischiano di procurarsi lesioni molto serie

Pubblicato il - 15 gennaio 2017 - 14:53

TRENTO. Piste ciclabili in centro, i cittadini lamentano alcune zone a rischio per chi ama pedalare in città soprattutto a causa del ghiaccio che si è formato in alcuni tratti e per la mancanza di pulizia dopo la nevicata dei giorni scorsi.

 

La situazione è particolarmente sentita per la pista ciclabile che va dalla rotonda di Lungadige Braille verso sud. In alcuni tratti, infatti, si sono formate delle vere e proprie lastre di ghiaccio che possono diventare davvero pericolose.

Ghiaccio sulle piste ciclabili

 

Da parte dei cittadini  la richiesta al Comune di Trento è quella di un costante spargimento di sale per evitare rovinose cadute dei ciclisti che rischiano di procurarsi lesioni molto serie.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 27 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

28 ottobre - 04:01

In queste ore i vertici dell'Ordine dei medici sono scesi in campo per evidenziare preoccupazioni, riportare perplessità e criticità del sistema, ma anche proposte per migliorare la situazione in questa fase delicata della seconda ondata di Covid-19. Un settore attenzionato è quello delle Rsa

27 ottobre - 20:24

Recentemente la Pat ha modificato i criteri dell'isolamento della classe: 2 alunni per il primo ciclo dell'infanzia, 1 studente negli istituti superiori. I pediatri: "Sono decisioni politiche. I minorenni sono spesso asintomatici e pauci-sintomatici e questo è rassicurante dal punto di vista del decorso della malattia, ma comunque c'è un fattore di rischio legato alla contagiosità che poi può arrivare in famiglia"

27 ottobre - 20:09

Tra i nuovi contagiati, 146 persone presentano sintomi, 3 casi sono ricondotti alla fascia d'età 0-5 anni, 15 positivi invece tra 6-15 anni, mentre 30 infezioni riguardano gli over 70 anni. Ci sono inoltre 33 nuovi casi tra bambini e ragazzi in età scolare

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato