Contenuto sponsorizzato

Lo strano caso della via dissestata che il Comune non può riparare

Sul sito del Comune via Ezio Franceschini risulta comunale, ma l'amministrazione assicura: "E' una strada privata e non è neppure soggetta alla nostra manutenzione"

Di Luca Andreazza - 09 settembre 2016 - 12:26

TRENTO. Il video de Il Dolomiti relativo alla strada dissestata e le pericolose condizioni in cui versa via Ezio Franceschini ha sollevato le prime reazioni. La vicenda sembra controversa.

La via che dalla seconda rotatoria di via del Brennero congiunge la zona commerciale e via Unterveger potrebbe sembrare di proprietà comunale. Sul sito del Comune alla sezione stradario (foto sotto), infatti nel "tipo di strada" viene riportata la dicitura "Comunale" 

 


 

Il servizio Patrimonio del Comune di Trento assicura invece che dall'archivio catastale, la proprietà sia privata (sotto in arancione gli spazi comunali e le diverse pertinenze) e quindi dei diversi esercizi commerciali che si affacciano su via Ezio Franceschini: "L'imbocco risulta essere del Comune, probabile risultato dell'esproprio per la costruzione della rotatoria, mentre il resto della strada è privata. La manutenzione della via non è inoltre a capo del Comune di Trento, come può succedere invece per altre strade, che seppur private, sono soggette agli interventi dell'amministrazione pubblica".  

 

Probabilmente, quindi, la strada rimarrà così per molto tempo ancora.

 


Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 6 marzo 2021
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

07 marzo - 16:45

A 12 anni ha lasciato la sua casa in Afghanistan, passando per Iran e Turchia è arrivato in Grecia dopo un viaggio durato anni, lì è rimasto coinvolto nell’incendio che lo scorso settembre ha devastato il campo profughi di Moria: ora grazie alla Comunità Papa Giovanni XXIII l'incredibile storia di N.A. (che chiameremo Nico) ha trovato a Rovereto il suo lieto fine

07 marzo - 19:24

Sono 236 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 48 pazienti sono in terapia intensiva e 43 in alta intensità. Oggi 2 decessi. Sono 72 i Comuni con almeno un caso di positività

07 marzo - 18:26

L'amministrazione comunale continua a respingere la semplicissima proposta volta a sensibilizzare la comunità sul rispetto delle donne e contro la violenza. Vardon Inant: ''La Giunta provinciale in questi giorni ha deciso di aderire al progetto nazionale 'Panchina rossa' coinvolgendo anche, come parte attiva, i Comuni. Torniamo a chiederla per Mazzin e a tal proposito abbiamo deciso di interpellare direttamente la Provincia''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato