Contenuto sponsorizzato

Muore dopo sette anni di coma, si è spento Andrea Spagnolo

Noto e stimato esercente era rimasto vittima di un arresto cardiaco mentre era in ciclabile. Conosciuto per aver gestito il 'Picaro' e il 'Dersut'. Mercoledì 23 agosto il funerale alle 15 al cimitero di via Giusti

Pubblicato il - 22 agosto 2017 - 09:55

TRENTO. Andrea Spagnolo si è spento dopo sette anni di coma. Il quarantacinquenne, noto e stimato esercente di Trento, era rimasto vittima di un arresto cardiaco nel 2010 mentre si trovava sulla pista ciclabile. 

 

Originario di Asiago, Spagnolo era però cresciuto a Trento, città che lascia per concludere la scuola alberghiera a Tonezza del Cimone. Nel 1995 rientra a Trento per svolgere il servizio militare e poco dopo inizia la sua avventura come gestore del 'Picaro' parallelamente a quella di rappresentante per una ditta di distributori automatici

 

Resta dietro il bancone del pub di via San Giovanni fino al 2001, quando decide di dedicarsi esclusivamente all'attività di rappresentante. Successivamente prende in gestione il 'Dersut' in via delle Orfane, affiancato dalla moglie, fino al tragico incidente che lo costringe ne letto della Residenza sanitaria assistenziale 'Margherita Grazioli' a Povo. 

 

Il funerale si tiene mercoledì 23 agosto alle 15 al cimitero di via Giusti e saranno in tanti a unirsi al cordoglio della moglie Antonella, dei figli Thomas e Martina e dei genitori Corrado e Gigliola

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 18 novembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

19 novembre - 10:25

Una decisione irrevocabile, non c'è spazio di contrattazione o ripensamenti. A far traboccare il vaso è stato il mancato sostegno da parte di alcuni componenti di maggioranza sulle modifiche al Prg. "Non ci interessa 'tirare a campare': non intendiamo tradire nessun elettore che ha riposto in noi e nella nostra coalizione la propria fiducia". Ora verrà nominato un commissario per traghettare il Comune a prossime elezioni

19 novembre - 11:11

E' avvenuto al casello di Bolzano Sud, dove la squadra mobile della polizia del capoluogo altoatesino, impegnata in un regolare controllo anticrimine, ha fermato un veicolo con alla guida un pregiudicato 39enne. Dalla successiva perquisizione emergevano una consistente somma di denaro in contanti e 4 etti di cocaina nascosti nell'autoradio

19 novembre - 05:01

C'è voluta una richiesta di accesso agli atti dell'ex assessore Michele Dallapiccola per avere quelle conferme in più, che la Provincia fin dal primo momento non ha voluto comunicare: "Da veterinario alcuni aspetti nella relazione non mi convincono: farò delle interrogazioni". Intanto sulla vicenda è silenzio da piazza Dante

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato