Contenuto sponsorizzato

Pane, piatti e dolci pugliesi. A Trento il panificio Cirilli raddoppia e arriva alle Albere

La seconda attività verrà aperta a gennaio. Non solo panificio ma anche trattoria

Pubblicato il - 13 ottobre 2016 - 17:12

TRENTO. Pane croccante appena sfornato, pizzette ma anche dolci e piatti tipici pugliesi. Per gli amanti del buon cibo è certamente una buona notizia. La famiglia Cirilli raddoppia e assieme al panificio di via Calepina dove il pane va a ruba, a gennaio aprirà un secondo nuovo panificio all'interno del quartiere delle Albere.

 

Una seconda attività un po' diversa rispetto alla prima che a tre anni dall'apertura continua ogni giorno a riscuotere molto successo. Alle Albere il panificio Cirilli non servirà solo pane ma sarà una vera e propria trattoria, un angolo di Puglia in Trentino.

 

“Rispetto al panificio che abbiamo in via Calepina – ha spiegato la famiglia Cirilli – lo spazio alle Albere sarà più ampio e per questo abbiamo pensato oltre alla vendita di pane e focacce anche di offrire tante novità culinarie per i giovani, piatti caldi e dolci da assaporare seduti al tavolo, il tutto facendo un po' riscoprire i sapori della terra da dove veniamo, la Puglia”.

 

La famiglia Cirilli è giunta a Trento da Gravina di Puglia da dove hanno deciso di andarsene per sfuggire alla Sacra Corona Unita. Nella nostra città, in via Calepina, hanno aperto un panificio e sono moltissimi i trentini che in questi anni si sono innamorati del loro pane.

 

“A tutti i nostri clienti – hanno spiegato dal panificio Cirilli – vogliamo assicurare che continueremo a rimanere aperti in via Calepina e quella delle Albere sarà una nuova e entusiasmante avventura”.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 11 luglio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

13 luglio - 05:01

L’assestamento di bilancio presentato dalla giunta Fugatti non convince, Rossi: “Pura propaganda, se poi non si stanziano i fondi le grandi opere rimarranno solo sulla carta, gli unici cantieri che sono stati avviati sono collegati alle opere pensate nella scorso legislatura”. Per gli imprenditori le chiusure domenicali provocheranno la fuga dei consumatori verso Bolzano e il Veneto

12 luglio - 20:06

C’è sconcerto tra i segretari di Cgil, Cisl e Uil che, durante l’audizione in prima commissione del Consiglio provinciale, hanno appreso che la manovra di fatto prevede tagli al bilancio provinciale per 100 milioni di euro sul 2020 e per 200 milioni di euro sul 2021

12 luglio - 18:02

Il totale sul territorio resta così a 5.503 casi e 470 morti da inizio epidemia. La Pat: "Rispetto a ieri migliorano decisamente i dati riferiti al contagio a Covid-19 in Trentino". In Alto Adige sono stati registrati 5 casi di nuova positività

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato