Contenuto sponsorizzato

Parchi cittadini insicuri? Lega Nord: "Servono dei guardiani o gruppi di cittadini che tengano monitorate le aree"

Degrado e insicurezza sono i due principali problemi delle aree verdi cittadine. Questa mattina la Lega Nord al parco Gocciadoro 

Di gf - 14 agosto 2017 - 16:59

TRENTO. Nei parchi cittadini l'insicurezza la fa da padrone? Il Comune intervenga immediatamente con l’istituzione di guardiani o gruppi di cittadini che tengano monitorate le aree che ad oggi non sono incluse nel Daspo. A chiederlo è stata questa mattina la Lega Nord di Trento con una conferenza stampa che ha deciso di tenere al parco di Gocciadoro dopo le diverse segnalazioni arrivate dai cittadini che si trovano spesso in difficoltà  nell'affrontare degrado e problemi di sicurezza nei parchi. 

 

Presenti alla conferenza stampa oltre al segretario Maurizio Fugatti anche la capogruppo in consiglio comunale Bruna Giuliani e il consigliere Gianni Festini Brosa assieme ad altri consiglieri circoscrizionali e militanti. 

 

“I segnali del degrado che coinvolge il parco di Gocciadoro – hanno spiegato -  partono da diverse infrastrutture divelte, come la sbarra all’entrata, il cartello stradale, la ringhiera di legno sul ponte, a cui si aggiungono diverse immondizie disseminate in vari angoli e che rappresentano solo la punta dell’iceberg dei disagi”. 

 


 

Una situazione che non appartiene solamente al parco di Gocciadoro ma anche ad altre aree verdi della città che con il tempo sono diventate sempre più problematiche

 

“E' una situazione – ha spiegato il consigliere Gianni Festini Brosa, presidente anche della Commissione consiliare per l'ambiente, l'agricoltura, turismo e vivibilità urbana -  che si sta sempre più allargando e che coinvolge anche molti parchi della provincia. C'è la necessità di un’urgente presa d’atto delle condizioni attuali e di conseguenza una corretta azione di controllo del territorio”.

 

La vivibilità dei parchi, secondo la Lega Nord, è “messa a rischio” e serve immediatamente che  “Il sindaco intervenga in modo tempestivo nei vari parchi della città che presentano le stesse problematiche, con l’istituzione di guardiani o gruppi di cittadini che tengano monitorate le aree”.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 04 marzo 2021
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

05 marzo - 17:39

Sono stati analizzati 3.854 tamponi tra molecolari e antigenici. Sale il numero dei pazienti in ospedale, compreso nel reparto di terapia intensiva. Oggi 193 guarigioni. Trovati 40 casi tra gli over 70 e 90 contagi tra bambini e ragazzi in età scolare

05 marzo - 17:02

Ancora non sono ufficiali le classificazioni per colori anche se Repubblica inserisce le due provincie autonome in zona rossa (Bolzano lo sarà comunque per decisione di Kompatscher, fino al 15 marzo). Intanto emergono i dati sull'Rt. Per il Trentino rischio ''moderato ad alta probabilità di progressione'' per l'Alto Adige seconda settimana con Rt da ''zona gialla'' e a un passo dalla zona bianca della Sardegna

05 marzo - 16:53

“La decisione della Germania è a dir poco preoccupante. Chiediamo di fermare questa escalation che, non solo danneggia gli autotrasportatori, ma finirà per abbattersi contro l’economia italiana", così commentano la proroga tedesca i presidenti dei gruppi autotrasporto delle tre associazioni trentine Associazione Artigiani, Fai-Conftrasporto e Confindustria

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato