Contenuto sponsorizzato

Piazza Mostra, via al concorso di progettazione

Coivolti i professionisti in possesso del diploma di laurea in architettura. Al vincitore sarà dato un premio di 6 mila euro oltre all'incarico di redigere il progetto esecutivo

Pubblicato il - 27 settembre 2016 - 15:56

TRENTO. Verrà lanciato a metà di ottobre il concorso di progettazione per decidere il futuro di piazza Mostra. Il concorso sarà rivolto a professionisti in possesso del diploma di laurea in architettura e al vincitore sarà dato un premio di 6 mila euro oltre all'incarico di redigere il progetto esecutivo. L'obiettivo, ha spiegato l'assessore ai lavori pubblici Italo Gilmozzi, che ha presentato l'intervento con l'ingegnere Giuliano Franzoi, è anche quello di dare inizio ai lavori già nella prossima estate.

 

“Il lancio di questo concorso di progettazione – ha spiegato l'assessore Gilmozzi - è stato condiviso anche con l'assessore Stanchina che è in contatto con le attività economiche della zona. Sarà un'occasione importante per valorizzare anche le professionalità presenti sul nostro territorio”. In merito alla progettazione vengono dati alcuni indirizzi: l'allargamento della Ztl all'intera piazza, il mantenimento di una quota di parcheggi per residenti, la valorizzazione dell'accesso al Castello e la possibilità di utilizzare la piazza per eventi e manifestazioni.

 

L'obiettivo è la valorizzazione di un importante spazio aperto della città che ha perso, nel corso del tempo, la sua centralità del punto di vista sociale, economico, culturale e turistico fino a diventare, allo stato attuale, un anonimo parcheggio a supporto di funzioni commerciali o residenziali in zone limitrofe del centro storico.

 

 

 

 

La riqualificazione dello spazio terrà in considerazione i seguenti vincoli e programmi già avviati dall'Amministrazione. In particolare: l'ampliamento della Zona a Traffico Limitato (Ztl) a tutta la superficie della piazza (attualmente utilizzata per metà della superficie per le soste a pagamento con “stalli blu”). L'accesso alla piazza per gli autorizzati dovrà essere regolamentato da varchi elettronici che l'Amministrazione è in procinto di posizionare in corrispondenza dell'ingresso a nord. Dovrà essere mantenuto all'interno della piazza un numero minimo di posti auto per i residenti, circa 25. Sono previsti anche la valorizzazione dell'accesso al Castello del Buonconsiglio, lungo il lato est, e l'utilizzo della piazza per manifestazioni e attività temporanee di interesse pubblico (spettacoli, conferenze, manifestazioni ludiche e sportive, mercati ed attività di promozione dell'economia e della cultura del territorio).

 

L'intervento complessivo di riqualificazione è stato suddiviso in due lotti. Un primo lotto, per un importo già inserito in bilancio 2017 di 560.000 euro, è destinato alla riqualificazione di piazza della Mostra e di via della Mostra; un secondo lotto, per un importo di 940 mila euro, è destinato alla valorizzazione dell'accesso al Castello del Buonconsiglio. Il concorso di progettazione si svolgerà con procedura aperta in due fasi. Al progetto vincitore, come già detto, sarà assegnato un premio di a 6.000 euro; ai successivi 2 migliori progetti ritenuti meritevoli dalla Commissione sarà assegnato, per ciascuno, un rimborso spese di 1.200 euro.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

23 settembre - 19:24

Sono 6.405 casi e 470 decessi in Trentino per l'emergenza coronavirus. Nelle ultime 24 ore sono stati analizzati 2.227 tamponi, 22 i test risultati positivi per un rapporto che si attesta a 0,99%

23 settembre - 19:31

Mosaner e Betta non vincono al primo turno e sono costretti a un insidioso ballottaggio. Malfer e Parisi hanno la possibilità di influenzare pesantemente il voto del 4 ottobre, mentre la Lega si giocherà il tutto per tutto puntando forte su Santi e Bernardi. Nell’Alto Garda domina l’incertezza

22 settembre - 17:37

La campagna elettorale si fa (anche) a suon di carta (volantini, biglietti da visita, brochure) che, spesso, copre le nostre città. Una lista civica di Brentonico ha, quindi, cercato di trovare una soluzione ecologica e sostenibile: "Abbiamo utilizzato una carta biodegradabile con all'interno dei semi. Il bigliettino da visita può così essere 'piantato' per far germogliare dei fiori amici degli insetti impollinatori"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato