Contenuto sponsorizzato

Proteggere la propria abitazione dai ladri? Ecco alcune semplici regole consigliate dai carabinieri

Dalle porte blindate al messaggio sempre al plurale in segreteria. Ecco alcuni semplici consigli per evitare brutte sorprese durante le vacanze

Pubblicato il - 14 agosto 2017 - 19:47

TRENTO. Ferragosto è l’occasione propizia per rinnovare alcuni consigli utili per proteggere le abitazioni. Vivere in una casa "tranquilla" rappresenta il desiderio di tutti ed alcuni semplici accorgimenti possono renderla maggiormente sicura. Ecco allora che i Carabinieri di Trento hanno voluto ricordare  alcune semplici regole d'oro sottolineando che  in ogni caso il numero di pronto intervento è unico: 112.

 

Ecco alcuni semplici accorgimenti:

 

Occorre ricordarsi di chiudere il portone d'accesso al palazzo.

 

Non aprire il portone o il cancello automatico se non sapete chi ha suonato.

 

E' opportuno installare dei dispositivi antifurto, collegati possibilmente con i numeri di emergenza. (Qui è possibile trovare le indicazioni per collegare il vostro antifurto al 112).

 

Non informate nessuno del tipo di apparecchiature di cui si è dotati né della disponibilità di eventuali casseforti.

 

Conservare i documenti personali nella cassaforte o in un altro luogo sicuro.

 

Utile è l'installazione di una porta blindata con spioncino e serratura di sicurezza.

 

Di fondamentale importante sono le difese passive e di sicurezza. Anche l'installazione di videocitofoni e/o telecamere a circuito chiuso è un accorgimento utile. Occorre accertarsi che la chiave non sia facilmente duplicabile.

 

Se si ha bisogno della duplicazione di una chiave, meglio provvedere personalmente o attraverso una persona di fiducia.

 

E' meglio evitare di attaccare al portachiavi targhette con nome ed indirizzo che possano, in caso di smarrimento, far individuare immediatamente l'appartamento.

 

Mettete solo il cognome sia sul citofono sia sulla cassetta della posta per evitare di indicare il numero effettivo di inquilini (il nome identifica l'individuo, il cognome la famiglia).

 

Se si abita in un piano basso o in una casa indipendente, meglio mettere delle grate alle finestre oppure dei vetri antisfondamento.

 

Illuminare con particolare attenzione l'ingresso e le zone buie. Se all'esterno c'è un interruttore della luce, proteggetelo con una grata o con una cassetta metallica per impedire che qualcuno possa disattivare la corrente.

 

Se vivete in una casa isolata, adottare un cane.

 

Meglio conoscere i propri vicini scambiando i numeri di telefono per poterli contattare in caso di necessità.

 

Mai mettere al corrente tutte le persone di propria conoscenza degli spostamenti (soprattutto in caso di assenze prolungate), evitare di postare sui social foto delle vacanze.

 

In caso di assenza prolungata, meglio accordarsi con delle persone di fiducia affinchè facciano dei controlli periodici.

 

Nei casi di breve assenza, o se si è soli in casa, lasciate accesa una luce o la radio in modo da mostrare all'esterno che la casa è abitata.

 

Sulla segreteria telefonica, registrare il messaggio sempre al plurale. La forma più adeguata non è "siamo assenti", ma "in questo momento non possiamo rispondere".

 

Non lasciare mai la chiave sotto lo zerbino o in altri posti facilmente intuibili e vicini all'ingresso.

 

Considerare che i primi posti esaminati dai ladri, in caso di furto, sono gli armadi, i cassetti, i vestiti, l'interno dei vasi, i quadri, i letti ed i tappeti.

 

Se si hanno degli oggetti di valore, fotografateli e riempite la scheda con i dati considerati utili in caso di furto (il documento dell'opera d'arte).

 

Conservare con cura le fotocopie dei documenti di identità e gli originali di tutti gli atti importanti (rogiti, contratti, ricevute fiscali, etc.).

 

Nel caso in cui ci si accorge che la serratura è stata manomessa o che la porta è socchiusa, non entrare in casa e chiamate immediatamente il 112.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 02 marzo 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

02 marzo - 20:08

Sono 233 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero. Oggi comunicato 1 decesso. Sono 61 i Comuni che presentano almeno 1 nuovo caso di positività

02 marzo - 19:51

In Italia il 54% dei contagi è legato alla variante inglese, il 4,3% a quella brasiliana e lo 0,4% a quella sudafricana. A Brescia, per la prima volta, isolata quella nigeriana. L’Iss: “In un contesto in cui la vaccinazione non ha ancora raggiunto coperture sufficienti, la diffusione di mutazioni a maggiore trasmissibilità può avere un impatto rilevante se non vengono adottate misure di mitigazione adeguate”

02 marzo - 19:40

C'è la firma sul nuovo Dpcm, il primo del premier Draghi, che entra in vigore dal 7 marzo al 6 aprile, Pasqua inclusa. Un'altra novità riguarda cinema e teatri. "Dal 27 marzo sarà possibile con una prenotazione online, tornare a frequentare i luoghi della cultura"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato