Contenuto sponsorizzato

Stelle cadenti anche in Trentino, questa notte tutti con il naso all'insù

Le stelle cadenti d’autunno originate dai residui della cometa di Halley

Pubblicato il - 21 ottobre 2016 - 11:09

Naso all'insù anche in Trentino per osservare la magica “polvere di stelle”. Questa notte, infatti, le Orionidi, le stelle cadenti d’autunno originate dai residui della cometa di Halley, promettono un vero spettacolo.

 

Lo sciame avviene per lo stesso motivo ogni anno, quando l’orbita terrestre incontra la scia di polveri lasciata dal passaggio di questa cometa che potremo ammirare solo nel 2061.

 

“Lo spettacolo si potrà vedere anche in Trentino – ha affermato Christian Lavarian coordinatore della sezione Astranomia del Muse considerando un cielo limpido e soprattutto per l'assenza di luna che non disturberà quindi la visione”.

 

Lo sciame di meteore che vedremo questa sera sono dei piccoli frammenti rocciosi che derivano dalle code delle comete che passano in vicinanza con il sistema solare. “Capita delle volte – ha spiegato Lavarian - che la terra attraversi questi nuvoloni di particelle come quando noi in bici attraversiamo le nuvole di moscerini. A contatto con l'atmosfera, a circa 50 – 100 chilometri di altezza da noi, bruciano”.

 

I luoghi migliori per vedere questa notte le Orionidi? “Certamente – ha affermato il coordinatore della sezione Astronomia del Muse – dove il cielo è più buio perchè le meteore sono un fenomeno non molto luminoso. In collina o in montagna lontani comunque dalle fonti di illuminazione”.

 

Il prossimo spettacolo di "stelle cadenti" sarà il 17 - 18 novembre con la pioggia delle Leonidi.

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

24 settembre - 19:33

Sono 14 le persone che ricorrono alle cure del sistema sanitario, nessun paziente si trova in terapia intensiva ma 5 cittadini sono in alta intensità. Sono 5.402 i guariti da inizio emergenza e 556 gli attuali positivi. Nel rapporto odierno, giovedì 24 settembre, si specifica che 11 sono sintomatici e 1 caso è ascrivibile ai focolai scoppiati negli ultimi giorni sul territorio provinciale

24 settembre - 17:49

I tamponi analizzati sono stati 1.613. Oggi è stato individuato un caso di coronavirus alla scuola dell'infanzia della Sacra Famiglia di Trento

24 settembre - 18:12

Il giovane nigeriano ieri sera ne aveva già espulsi 21 ma da un secondo esame radiologico è risultato averne ancora è rimasto piantonato nel reparto di chirurgia, in attesa del processo per direttissima che si terrà non appena verrà dimesso dall'ospedale

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato