Contenuto sponsorizzato

Studenti medi a Trento contro la Buona scuola: "Non siamo in vendita"

Una trentina di studenti si sono ritrovati davanti al palazzo della Provincia ribadendo, fra le altre cose, il proprio "No" al referendum costituzionale di dicembre. Chiudono poi "simbolicamente" la sede del Pd Trentino

Pubblicato il - 07 ottobre 2016 - 16:33

No alla Buona Scuola” e “No al referendum costituzionale”, questi i messaggi che questo pomeriggio il Coordinamento degli studenti medi di Trento ha voluto lanciare aderendo alla manifestazione nazionale “contro ogni forma di sfruttamento, l'alternanza scuola-lavoro, i presidi manager, l'aziendalizzazione e la privatizzazione delle scuole”. Assemblee e manifestazioni si stanno svolgendo anche in altre città d'Italia e a Trento alle 15 di questo pomeriggio una trentina di studenti si sono ritrovati davanti al palazzo della Provincia.

 

 

 

“Siamo qui – hanno spiegato gli studenti – per dire no alla Buona Scuola di Renzi perchè siamo contrari alla mentalità che c'è dietro a questa riforma. Gli studenti vengono visti non più come persone da formare per diventare cittadini attivi del domani ma vengono visti come macchine che devono obbedire e basta”.

Ad essere criticata è la mentalità della scuola-azienda “capitanata da un preside sceriffo”, dove si punta a formare una generazione “di macchinette , incapaci di leggere la realtà ma pronta a darsi comprare per 80 euro al mese. Noi vogliamo però dire in modo chiaro a Renzi che non siamo in vendita”. Una manifestazione anche per ribadire il “No al referendum”. “Speriamo – hanno spiegato gli studenti – che l'Italia si accorga della mentalità che si vuole portare avanti”. 

 

Nel corso della manifestazione gli studenti hanno inoltre simbolicamente "chiuso" la sede del Pd: "Per denunciare chi, attraverso l'ipocrisia, sta cercando di imporci la Buona Scuola".

 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

21 settembre - 05:01

Era impiegato fino a 12 ore giorno per pochi euro alla settimana, lavoratore in nero soccorso dalla guardia di finanza: Sono senza un euro ma sono sollevato. Se il futuro mi preoccupa? Certo, ma almeno ora posso affrontarlo a testa alta”

21 settembre - 09:22

Violento impatto nella notte tra domenica 20 e lunedì 21 settembre sulla strada statale della Pusteria, all'altezza di Vandoies di Sotto. Due auto si sono scontrate, con un conducente rimasto incastrato tra le lamiere. Necessario l'intervento dei vigili del fuoco per estrarlo

20 settembre - 21:54

La casa editrice che ha pubblicato “Mussolini ha fatto anche cose buone” si è vista recapitare l’opera corredata da una lettera (con nome e indirizzo) con commenti e vaghe minacce rivolte allo storico trentino Francesco Filippi. La replica: Non tutti gli stupidi sono fascisti, ma tutti i fascisti sono stupidi. Questa è la prova che a certa gente i libri fanno ancora paura”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato