Contenuto sponsorizzato

Tragedia nella notte a Bolzano. Annegati dopo lo schianto in auto due giovani trentini

Verso le 23, la macchina, che percorreva una strada secondaria che porta al maso-osteria Wasserer, è precipitata in un torrente

Pubblicato il - 20 novembre 2016 - 11:57

BOLZANO. Alessandro Conti e Giulia Valentini. Questi i nomi dei giovani trentini che ieri notte, verso le 23, hanno perso la vita. Sono annegati in un torrente a Campodazzo dopo che la vettura su cui viaggiavano è precipitata dalla strada secondaria che porta al maso Wasserer, un'osteria della zona.

 

Intrappolate nella vettura, le vittime non sono riuscite a liberarsi e sono rimaste chiuse all'interno della macchina capovolta sul greto del torrente.

 

Il ragazzo, 23 anni di Cavalese, e la ragazza, 28 anni di Baselga di Pinè, sono deceduti mentre un'altra passeggera di 26 anni è invece rimasta ferita. Così come è rimasto ferito un altro automobilista coinvolto nell'incidente.

 

Sul luogo della tragedia sono intervenuti i carabinieri, i Vigili del fuoco, la Croce bianca, il Soccorso alpino e il Nucleo sommozzatori

 

Sembra che i giovani facessero parte di un gruppo che si tornava a casa dopo una cena aziendale che si era conclusa poco prima.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

28 novembre - 11:50

Sono stati analizzati 2.388 tamponi per 494 test risultati positivi e un rapporto contagi/tamponi che si attesta al 20,7%. Altri 3 morti, il bilancio sale a 228 vittime in questa seconda ondata, il totale è di 523 decessi da inizio epidemia

28 novembre - 04:01

La questione approda in consiglio provinciale con un'interrogazione di Luca Zeni. Post pro Trump (assistito da Gesù nella sua battaglia), uno su Linkedin dove qualificandosi come capo gabinetto della Pat scrive di essere in missione per chiedere la grazia per la cessazione del virus di Whuan e poi la ''Q'' sul profilo, l’hastag acronimo “WWG1WGA” usato dagli adepti di questa frangia dell'ultradestra che si rifà a un cattolicesimo reazionario che in America (ma anche in Italia) si sta facendo spazio. Il consigliere chiede chiarezza

28 novembre - 11:15

Anche Trento si è svegliata tappezzata dai manifesti delle "Mascherine tricolori". L'obiettivo, questa volta, è Amazon. Tra inviti a sostenere i commercianti locali e a boicottare il colosso dell'e-commerce, in messaggi intrisi di nazionalismo e cospirazionismo, dietro c'è sempre l'estrema destra

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato