Contenuto sponsorizzato

Trento nord, continuano furti e vandalismi. I cittadini: "Alla sera c'è da aver paura ad uscire di casa"

Pacifico Mottes (Lega) "I problemi sono stati segnalati all'Amministrazione ma fino ad oggi è stato fatto poco"

Di gf - 11 gennaio 2017 - 13:10

GARDOLO. Furti alla luce del giorno, gomme delle auto tagliate ma anche bici rubate, vetri delle auto in frantumi e garage svuotati. L'ondata di atti vandalici (e non solo) che si stanno registrano soprattutto a Trento nord, nelle zone di Canova e Gardolo, spaventano i cittadini che sempre più spesso, appena inizia il buio, si ritrovano rilegati in casa per paura di uscire e di fare brutti incontri.

 

“Non voglio che il mio nome sia reso pubblico – ci dice una residente che vive in via Canova da ormai 16 anni – ma siamo arrivati al punto che chi abita in questa zona deve mettere in conto che alla sera dopo le 20 è meglio non uscire da soli e con il buio non è sicuro andare a prelevare al bancomat. C'è tanta paura ma anche purtroppo tanta omertà”.

 

Proprio questa residente di Canova sabato scorso si è trovata una brutta sorpresa a casa. “Ero uscita nel pomeriggio – racconta – ma quando sono tornata a casa mi sono trovata l'appartamento completamente a soqquadro. I ladri, in un orario che va dalle 17 alle 19, hanno forzato la porta del balcone e sono riusciti ad entrare. Mi tremano ancor i polsi nel pensare che avrebbero potuto trovarmi a casa, perché spesso di pomeriggio vado a riposare e spengo le luci”.

 

Questo è solo uno dei fatti che stanno riguardando la zona. Non molto tempo fa, infatti, sempre in via Canova alcuni garage sono stati forzati e sono state portate via alcune bici. Qualcuno si è trovato addirittura tagliate le gomme della propria auto. Nei giorni scorsi, sempre a Trento nord, la cronaca ha riportato nuovi furti e atti vandalici

 

“Ho abitato per 50 anni a Canova con la mia famiglia – ci racconta Pacifico Mottes, rappresentante della Lega e vicepresidente della Circoscrizione di Gardolo – ed eravamo riusciti attraverso diverse attività a creare una zona bella e vivibile. Ora tutto questo è andato perso e i problemi che ci sono non vengono affrontati in modo giusto dall'Amministrazione comunale”.

 

La stessa situazione di Canova, spiega Mottes, si registra anche a Roncafort. “Qui dopo le 20 – ci dice – c'è il coprifuoco, ci sono stati dei furti e anche diversi atti di vandalismo. Purtroppo tutto questo è stato segnalato ma non sono arrivate prese di posizione dal presidente della circoscrizione di Gardolo e nemmeno dal Comune”.  

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.05 del 26 Ottobre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 ottobre - 16:25

I medici sono preoccupati perché la situazione di sfuggire di mano. Ioppi: "Si è ritornati a contrapporre la salute all'economia, ma questi aspetti dovrebbero andare di pari passo. Non si devono ripetere gli errori di marzo e aprile: non si deve rincorrere la malattia ma anticipare i tempi. Le istituzioni ci sostengano, gli operatori sono sfiniti e ci sono anche gli altri pazienti da seguire"

27 ottobre - 16:22

E' successo in mattinata e la donna si trova ora ricoverata al Santa Chiara. Ha riportato diverse ustioni 

27 ottobre - 15:55

L’accesso al drive through è possibile solo su appuntamento: la centrale Covid gestisce le agende e fornisce ai singoli indicazioni sulle sedi, gli orari e le modalità di effettuazione del tampone

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato