Contenuto sponsorizzato

Trento, rifiuta di dargli una sigaretta e riceve una bottigliata in testa, denunciato un 17enne

Il giovane ha inoltre minacciato i clienti di un bar del centro. L'intervento dei carabinieri per bloccare il ragazzo

Pubblicato il - 14 agosto 2017 - 18:10

TRENTO. Un 17enne tunisino in evidente stato psico-fisico alterato è stato denunciato per violenza e resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali. Il giovane nella giornata di ieri, alle 3.40 circa, si trovava in centro storico a Trento, in via dei Ventuno, all'esterno di un locale minacciando i clienti con una bottiglia.

 

Su richiesta del personale addetto alla sicurezza all'esterno del bar H-demia sono intervenuti i carabinieri di Trento.

 

Il giovane, senza fissa dimora già con precedenti di polizia, alla vista degli agenti ha cercato di scagliarsi contro gli operanti venendo immediatamente bloccato. Nel corso dell'intervento si è potuto appurare che poco prima il 17 enne, al rifiuto di un 27 enne trentino di dargli una sigaretta, lo aveva colpito con una bottigliata alla testa.

 

E' stato richiesto l'immediato intervento del personale del '118'. Un giovane è stato trasportato al Pronto Soccorso. Per lui una prognosi di 12 giorni. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.58 del 03 Marzo
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

04 marzo - 05:01

Nei giorni scorsi è avvenuta la chiusura di Gaudì, uno dei principali negozi di abbigliamento in centro storico a Trento. Ma ci sono anche altre catene, di abbigliamento e arredamento, che potrebbero essere pronte a fare le valige nei prossimi mesi. Massimo Piffer: ''Non dobbiamo abbandonare la piazza, i rapporti umani e i confronti. Abbiamo bisogno di una riprogrammazione urbanistica commerciale''

03 marzo - 20:14

Ecco il quadro odierno del contagio in Trentino. Due i decessi avvenuti in provincia con Covid: si tratta di un uomo e una donna

03 marzo - 19:30

Protagonista di un incidente che sarebbe potuto finire in tragedia, già nel pomeriggio di mercoledì 3 marzo "l'uomo con il carrello" è stato visto a Pergine, città che, nonostante le denunce e gli interventi delle autorità, pare "tenere in scacco". Il sindaco Oss Emer: "Abbiamo provato di tutto. Ci deve essere un buco normativo"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato