Contenuto sponsorizzato

"Delusionist", quando esistere è pura performance.

Domani, lunedì a Pargine sarà dura resistere alla comicità stralunata e amara di Natalino Balasso e Marta Dalla Via. "Raccontiamo un presente alternativo dove non c'è più niente da recitare". Una pillola miracolosa tiene "accesi" sette giorni su sette. Un lucido delirio. Un delirio di coppia. 

Pubblicato il - 05 novembre 2017 - 09:04

PERGINE. Ridere per non ridere. Filosofia, anzi missione, in quattro parole. La filosofia di chi fa il comico per non distrarre, per non rilassare. Insomma, per dire qualcosa sul presente con l’amarezza di chi fa la sua parte perché migliori. E con il ghigno di chi ai comizi preferisce l’efficacia della stilettata.

 

 Natalino Balasso lo fa da sempre. Da singolo. Oppure, come succede in questo caso, in sintonica coppia. Ecco “Delusionist” – ribattezza “no stand up comedy” – lo spettacolo in scena domani – lunedì – a Pergine per la stagione di Aria Teatro e del Comune. Di “Delusionist”, scritto a quattro mani da Balasso e da Marta Dalla Via, recitato a due voci che per sfumature sembrano un coro dagli stessi autori, un commento di Balasso fa risparmiare sforzo a chi vorrebbe presentare. “Alla fine – dice Balasso - vorrei sfanculare gli spettatori che volevano qualcosa di più e anche quelli che si aspettavano qualcosa di meno. Quelli che hanno ottenuto ciò che volevano: beh, se lo sono proprio meritato”.

 

 Balasso e Dalla Via con “Delusionist” non girano intorno a nulla. Vanno dritti al cuore di uno schifezzo politico-social-culturale sul quale si può ironizzare. Ma solo con un’ironia amara, quasi disperata. “Raccontiamo –dicono - un presente alternativo dove non c’è più niente da recitare. I tempi son coriacei. Anche chi ha un obiettivo base come campare si trova a fare i conti con uno standard di sopravvivenza sempre più alto e con la frustrazione che ne deriva. Tutti vivono una specie di paradosso di Zenone economico: la soddisfazione, anche se lenta è sempre leggermente avanti a noi.

 

 Oggi, esistere, è pura performance, e diventa salvifica una pillola che permette di rimanere accesi sette giorni su sette ventiquattro ore su ventiquattro. Un semplice modo per debellare l’oltraggio alla produttività fatto dal tempo passato a dormire, o sognare forse.

 
 Questo farmaco è il protagonista del nostro racconto. Insieme ai suoi effetti collaterali”. Delusionist è una pièce contemporanea che non parla del contemporaneo, ma dell’impossibilità contemporanea di raccontare una storia condivisa”. C’è davvero di che incuriosirsi ragionando – ma forse nemmeno è il caso – sul lucido delirio accentato di veneto e firmato Balasso. E se ancora non fosse tutto chiaro, ecco un’altra lezione, stavolta costruita con qualche parola in più rispetto al ridere-non ridere dell’inizio: “Come ridere a un funerale, non dovevi farlo, ma è più forte di te, ormai l’hai fatto e ridendo hai infranto il rito”.

 

 Spettacolo alle 20.45. Per chi conosce e segue Balasso da un innumerevole numero di sganasciamenti  la proposta non è altro che una conferma in più del genio stralunato di questo artista. Chi non lo conosce, peggio per lui. E per la Dalla Via il discorso non è tanto diverso. Ritrovarli in coppia, poi, non raddoppia la bravura. Semmai la quadruplica perché la matematica del palco ha regole tutte sue.

 

 Non volendo togliere ad alcuno il gusto di gustarsi Balasso - Dalla Via corrediamo questo articolo di un po' di politica. Alla Balasso. Tanto per dare l'idea - e che idea - del personaggio.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 ottobre - 12:06

Il bilancio resta a 296 morti, mentre i contagi salgono a 5.549 casi da inizio epidemia. Ci sono 106 pazienti ricoverati nei normali reparti ospedalieri, mentre sono 8 le persone che ricorrono alla terapia intensiva. Sono 25 i cittadini in isolamento nella struttura di Colle Isarco

22 ottobre - 05:01

Il presidente dell'Ordine dei medici, Marco Ioppi: "Sulla scuola si deve agire in modo sartoriale caso per caso. Annullare i Mercatini è stata una scelta di buonsenso e prevenzione. La stagione invernale va attentamente pianificata e gestita"

22 ottobre - 10:41

Per far spazio ai lavori sgomberato il “parcheggio” di fronte all’ex Italcementi. La polizia locale del Comune di Trento è entrata in azione per multare e rimuovere diverse automobili in sosta. Nei giorni scorsi erano stati posizionati i cartelli per avvertire gli automobilisti

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato