Contenuto sponsorizzato

Nel cosmo del jazz non ci sono pianeti irraggiungibili

Domani, venerdì, la rassegna Jazz del Centro Santa Chiara porta all'auditorium la mitica Sun Ra Arkestra che  alternando ritmi di ogni genere e latitudine continua la missione geniale del fondatore,  immaginifico e creativo personaggio. Musica a 360 gradi, colore, impatto: gli ingredienti per un concerto che lascerà il segno

Pubblicato il - 02 novembre 2017 - 08:16

 TRENTO. Un’eredità difficile, ma al tempo stesso incredibilmente affascinante, quella della Arkestra: perché andare in giro per il mondo portando il messaggio del leggendario Sun Ra, uno dei musicisti più assurdi, immaginifici e creativi che abbia mai attraversato non solo il pianeta del jazz ma della cultura a trecentosessanta gradi, è un compito davvero complesso.

 
        Domani, venerdì 3 novembre, a Trento al Teatro Auditorium andrà in scena, nell’ambito della rassegna Jazz’About promossa dal Centro Servizi Culturali S. Chiara, quello che è ancora oggi uno dei concerti più bislacchi, geniali e imprevedibili si possano immaginare.

 
        Il band leader non c’è più – Sun Ra, Herman Poole Blount all’anagrafe, è scomparso infatti nel 1993 – ma grazie al collaboratore di sempre (e validissimo sassofonista) Marshall Allen il messaggio musicale non si è spento, la “orchestra cosmica” voluta e forgiata negli anni tra continui cambi di organico ma una tenace voglia di attraversare i confini del jazz più dirompente, teatrale, folle e mistico, continua a viaggiare e a regalare concerti di altissimo livello.

 
        Undici persone sul palco e un repertorio sterminato da cui attingere, che non solo attraversa svariati decenni del jazz (i primi lavori risalgono a metà anni ’50), ma ne reinterpreta anche le diverse anime e declinazioni, passando senza soluzione di continuità dalle avanguardie free più radicali allo swing, al blues, al boogie woogie, con in mezzo momenti più meditativi intrisi di una intensità quasi spirituale.

 
        C’è il gusto del gioco, dei travestimenti, dei continui rimandi allo “spazio” (del resto, Sun Ra esplicitamente diceva nelle interviste di provenire dallo spazio, dal pianeta Marte…). Questo aspetto ludico fa da sempre parte del DNA del progetto, ma c’è anche una precisione e una complessità nelle partiture realmente di alto livello, solo in parte mascherata dall’approccio “giocoso” tenuto sul palco.

 

 Tuffarsi nella musica di Sun Ra grazie alla Arkestra significa entrare in un “mondo parallelo” dove il suono, il ritmo e le note vogliono essere davvero una espansione delle coscienze, con un approccio da un lato molto fisico, molto d’impatto, dall’altro estremamente vivace da un punto di vista teorico e filosofico (Sun Ra, per definire la sua arte, aveva esplicitamente coniato il termine “Afrofuturismo”).

        Ancora oggi, una delle esperienze più interessanti e particolari si possano vivere andando a sentire un concerto. Anche al di là dei confini del jazz. Del resto, fra i fan storici della Arkestra figurano band e artisti come Grateful Dead, Velvet Underground, Sonic Youth.

 Nel video un concerto della Sun Ra Arkestra di quest'anno a Finale Ligure

 


        

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

24 settembre - 13:10

Dopo quanto accaduto a Ischgl tra febbraio e marzo il cancelliere austriaco ha annunciato una serie di misure che si applicheranno questa stagione sulle piste. Mascherine in funivia, distanza di un metro gruppi di massimo 10 persone per le scuole di sci

24 settembre - 14:48

Durante l'ennesima lite in piena notte un vicino di casa ha lanciato l'allarme e ad intervenire sono stati immediatamente i carabinieri 

24 settembre - 11:40

La ricerca è di interesse mondiale e vuole comprimere gli atomi di idrogeno per creare in laboratorio un superconduttore dalle prestazioni molto elevate, che non si surriscalda e non disperde energia, di grande interesse per l'elettronica e per il settore dell'energia

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato