Contenuto sponsorizzato

Buona cucina, teatro e solidarietà. Ragazzi con disabilità e chef stellati sul palco per uno spettacolo unico ed emozionante

"The Staff-Diversamente a teatro" dal 2014 offre un’occasione di formazione e di inserimento lavorativo nel settore teatrale a un gruppo di ragazzi con disabilità della Valle dei Laghi. Durante queste serate i giovani diventeranno aiuto cuochi e camerieri, cimentandosi così in una nuova, entusiasmante sfida

Di Arianna Viesi - 19 ottobre 2019 - 17:52

TRENTO. Dopo il successo della scorsa edizione che ha visto la partecipazione di oltre 320 personedal 25 ottobre,  torna"Chef a teatro": showcooking che coniuga solidarietà e buona cucina.

 

Lo spettacolo prende le mosse dal progetto "The Staff-Diversamente a teatro", nato nel 2014 nell’ambito dell’attività culturale che Fondazione Aida ha sviluppato presso il Teatro di Vezzano.

 

Il progetto ha offerto un’occasione di formazione e di inserimento lavorativo nel settore teatrale a un gruppo di ragazzi con disabilità senza distinzione contrattuale o di livello economico rispetto agli altri lavoratori del teatro. L’attività si è conclusa con la chiusura della struttura nel 2017. Da qui è nata l’idea di proseguire l’esperienza attraverso il progetto itinerante "Chef a teatro" che permette di dare continuità al gruppo e, al contempo, offrire un'occasione di confronto all’intera comunità. Durante queste serate, infatti, i giovani con disabilità diventeranno aiuto cuochi e camerieri, cimentandosi così in una nuova, emozionante sfida.

 

"The Staff- Diversamente a teatro" è un’iniziativa ideata e realizzata da Fondazione Aida in collaborazione con Associazione Atti e Oasi Valle dei Laghi. Grazie alle Fondazioni Umanamente, Cattolica e Caritro è stato possibile per tre anni, dal 2014 a giugno 2017, dare opportunità lavorativa a un gruppo di ragazzi diversamente abili della Valle dei Laghi. I ragazzi sono stati inseriti all’interno del Teatro Valle dei Laghi lavorando nelle giornate di spettacolo (bar, accoglienza). Il progetto "Diversamente a teatro" si è aggiudicato anche il Premio Speciale per la Valorizzazione delle Diversità alla tredicesima edizione del Sodalitas Social Award, il più prestigioso riconoscimento in Italia per la sostenibilità d’impresa.

 

I palchi dei teatri di MoenaTrento e Tesero, allestiti come un’elegante sala da pranzo, accoglieranno i seguenti eventi:

  • 25 ottobre alle ore 20.00 al Teatro Navalge con lo chef “stellato” Stefano Ghetta de L Chimpl
  • 22 novembre al SanbàPolis di Trento sarà la volta di un partner storico dell’iniziativa, l’Osteria a Le Due Spade e lo chef Federico Parolari
  • 31 gennaio a Tesero il duo Elisabetta Dellantonio e Gianluca Arzani del ristorante Pedrazzo Lagorai

I menù trovano un comune denominatore nella ricerca oculata delle materie prime tradizionali reinventate in chiave contemporanea.

 

A supporto degli chef  vi sono gli instancabili Mirco, Andrea e Leopoldo, al loro sesto anno di servizio (prima presso il Teatro Valle dei Laghi e dal 2017 per Chef a teatro) e le nuove leve Irene, Marilena e Paola: tutti i ragazzi di "The Staff Diversamente a teatro". 

A corollario delle serate sono in programma dei momenti di intrattenimento a cura di Fondazione Aida. Fondamentale sarà  anche il supporto degli studenti dell’Enaip Trentino di Tesero. Per programma completo e prenotazioni, consultare il sito (QUI SITO).

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.23 del 06 Giugno
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

07 giugno - 10:44

E' successo ieri pomeriggio in vicolo Bellesini. Due gruppi di ragazzi, per la maggior parte minorenni, si sono scontrati. Un'aggressione verbale diventata poi fisica. Due giovani di 17 e 18 anni sono stati soccorsi dall'ambulanza. Il consigliere comunale Andrea Maschio: "Una violenza mai vista, residenti spaventati"

07 giugno - 06:04

La Pat scarica il barile sulle amministrazioni locali ma il cantiere è provinciale, Betta: “Fino a quando la Provincia non metterà in sicurezza la zona noi abbiamo le mani legate”. Il proprietario del Baia Azzurra: “Questa incertezza mette a repentaglio anche le entrate, spesso uniche, delle famiglie dei nostri collaboratori”

07 giugno - 10:33

Momenti di paura per alcuni residenti. L'acqua è entrata nelle abitazioni e ha allagato i negozi. Bloccate diverse auto (Foto e Video all'interno)

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato