Contenuto sponsorizzato

La roncola è stata inventata in Trentino: reperto dell'età del bronzo esposto alla mostra "Ci vuole un fiore" di Rovereto

Tra le sale della mostra “Ci vuole un fiore”, al Museo di Scienze e Archeologia di Rovereto, sono molte le curiosità da scoprire e gli oggetti che raccontano storie interessanti. Tra questi, anche molti reperti archeologici tra cui una roncola in bronzo perfettamente conservata rinvenuta in Costa Violina

Di Lucia Brunello - 21 dicembre 2019 - 22:02

ROVERETO. Una mostra che accompagna in un viaggio virtuale attraverso le meraviglie del territorio Trentino, dalle particolarità della sua vegetazione alla scoperta di oggetti che ne raccontano la storia. "Ci vuole un fiore" è stata allestita nelle sale del Museo di Scienze e Archeologia di Rovereto, e sarà aperta al pubblico fino al 23 agosto 2020.

 

L'attenzione della mostra è focalizzata su tematiche quali la perdita di biodiversità del territorio e le conseguenze irreversibili che il cambiamento climatico sta avendo sugli ecosistemi montani. Camminando per le sue sale, il pubblico può approfondire il tema della ricerca botanica, dei primi studi sulla farmacopea e della flora che cresce in habitat particolari, come la flora urbana o lo strano caso della flora ferroviaria. Il tutto con un linguaggio semplice e con percorsi adatti a tutte le età, in un tour virtuale del tutto unico, che spazia dalla città alle vette dolomitiche.

 

Di grandissimo valore sono anche i numerosi reperti archeologici esposti, che attestano l’uso antropico degli ecosistemi e l'intensa frequentazione umana del territorio roveretano e della Vallagarina, dal Neolitico fino ai giorni nostri. Tra i preziosi manufatti in esposizione, infatti, vi è una bellissima roncola in bronzo perfettamente conservata rinvenuta in Costa Violina, dono del concittadino Alberto Miorandi alla Fondazione Museo Civico di Rovereto, che attesta la nascita dell'importante strumento agricolo proprio in Trentino.
 

"Si tratta di una roncola in bronzo finemente decorata e in ottimo stato di conservazione - commenta Maurizio Battisti, archeologo della Fondazione Museo Civico -, “databile tra la fine del II e l'inizio del I millennio a.C, trovata in Costa Violina e probabilmente deposta in origine nei pressi di una sorgente a scopo rituale. Questa tipologia di strumento sembra sia stata inventata proprio nella nostra regione circa 3.200 anni fa e poi diffusa in quelle limitrofe".

Nella mostra, inoltre, viene dato grande spazio ai contenuti digitali e interattivi che accompagnano il visitatore in un vero e proprio tour virtuale del territorio Trentino, attraverso strumenti touch screen e visori di realtà virtuale per conoscere le piante più rare e i loro principali ambienti di crescita. Sono presenti sale con video immersivi, che presentano immagini a 360 gradi girate da droni, realizzate da Matteo Visintainer, Marco Stucchi e Carlo Tagliaferri, dove l’esperienza del paesaggio, dalle valli alle vette, è totalizzante.

Oltre alla vista, anche gli altri sensi sono chiamati in causa, con la possibilità di toccare e odorare alcune specie aromatiche, come il legno di 6 specie di conifere e fiori e foglie di 6 specie di erbe.

 

La mostra è aperta da martedì a domenica, con orario 10-18. La domenica pomeriggio, inoltre, sono previste visite guidate al costo del biglietto d’ingresso.

 

La mostra è cura della Fondazione Museo Civico di Rovereto, in collaborazione con la Provincia autonoma di Trento, la Società Botanica Italiana, la Comunità della Vallagarina, il Comune di Rovereto, la Fondazione Dolomiti Unesco, il Dipartimento di Ingegneria civile, ambientale e meccanica e C3A - Centro Agricoltura Alimenti Ambiente dell'Università degli Studi di Trento, l’Ordine dei Farmacisti della Provincia di Trento, l’AgiFar Trentino Alto Adige, la Società degli Alpinisti Tridentini, Aboca e con il sostegno della Cassa Rurale di Rovereto, dell’Apt di Rovereto e Vallagarina, del Consorzio Bim dell’Adige, di Marzadro.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 ottobre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Economia
24 ottobre - 21:23
Un confronto per capire come rendere il territorio più attrattivo dal punto di vista turistico ma anche lavorativo. Gianni Battaiola (presidente [...]
Cronaca
25 ottobre - 12:20
E' successo questa mattina, 25 ottobre, nel territorio comunale di Valle Aurina in Alto Adige: un'auto è finita fuori strada cadendo nel torrente [...]
Ambiente
25 ottobre - 10:06
I sub volontari si sono presentati dalle città di Brescia, Bergamo, Trento, Merano, Mantova e Milano, l’obiettivo? Ripulire le acque del lago di [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato