Contenuto sponsorizzato

L'arte d'avanguardia sbarca a Trento per creare stupore e meraviglia. In mostra anche due artigiani trentini

La mostra, Dog's in heaven, è pronta a sbarcare allo studio Andromeda in via Malpaga 17 da sabato 25 a mercoledì 29 maggio. Questo progetto nasce da un'idea di Carlo Chiusi in collaborazione con Shengab Abdu Ahmed, entrambi studenti di Beni culturali all’Università di Trento

Pubblicato il - 21 maggio 2019 - 15:35

TRENTO. Due emergenti artisti in scena in pieno centro storico a Trento. La mostra, Dog's in heaven, è pronta a sbarcare allo studio Andromeda in via Malpaga 17 da sabato 25 (alle 16 inaugurazione) a mercoledì 29 maggio. Questo progetto nasce da un'idea di Carlo Chiusi in collaborazione con Shengab Abdu Ahmed, entrambi studenti di Beni culturali all’Università di Trento

 

L’obiettivo dell’esposizione è quello di promuovere nuovi linguaggi artistici contemporanei per creare stupore e meraviglia attraverso un ritmo dissacratorio rispetto al convenzionale. Un modo per aprire nuovi scorci e dare visibilità a progetti innovativi di tendenza.

 

I protagonisti di questa mostra sono due artisti d'avanguardia nel panorama italiano, Federico Maria Ceruso e Matteo Benassi. L'esposizione è poi completata da un'installazione lignea di due artigiani residenti in Val di Non. La voglia è quella di trovare nuove espressioni culturali avanguardistiche in grado di rinnovare anche il dibattito tra esperti e meno esperti.

 

L'artista Matteo Benassi, alias Riffblast, è un giovane designer bolognese che si caratterizza per il lato spiccatamente dissacrante rimanendo allo stesso tempo ricco di riferimenti legati alla tradizione religiosa, è un artista sicuramente adatto alla storia del capoluogo trentino che come noto rimane celebre in particolar modo per il Concilio di Trento nel XVI secolo.

 

Spazio poi a Federico Maria Ceruso, in arte Pepemeniak, con i suoi lavori legati al fumetto e al cartone animato ci riporta indietro nel tempo, alla nostra infanzia riscoprendo l’arte legata al meraviglioso, all’onirico, senza tralasciare l’aspetto street-art che lo legano indissolubilmente alla scena underground.

 

Gli ultimi due artisti trentini (Alin Ciobotaru e Theo Dallago) con il loro progetto “Intrecci”, uniscono la passione per il design più creativo all’amore per il legno conciliando nelle loro opere innovazione e tradizione.

 

L’altro scopo di questa iniziativa è quello di cercare di creare nuove connessioni e collaborazioni tra le realtà culturali cittadine in modo da offrire al pubblico un progetto coerente ma allo stesso tempo variegato e ricco di offerte per un pubblico che grazie alla massiccia presenza di universitari in città può rivelarsi favorevole allo svago culturale e alla scoperta di nuovi spazi cittadini attraverso format culturali dinamici e di tendenza.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

24 settembre - 19:33

Sono 14 le persone che ricorrono alle cure del sistema sanitario, nessun paziente si trova in terapia intensiva ma 5 cittadini sono in alta intensità. Sono 5.402 i guariti da inizio emergenza e 556 gli attuali positivi. Nel rapporto odierno, giovedì 24 settembre, si specifica che 11 sono sintomatici e 1 caso è ascrivibile ai focolai scoppiati negli ultimi giorni sul territorio provinciale

24 settembre - 17:49

I tamponi analizzati sono stati 1.613. Oggi è stato individuato un caso di coronavirus alla scuola dell'infanzia della Sacra Famiglia di Trento

24 settembre - 18:12

Il giovane nigeriano ieri sera ne aveva già espulsi 21 ma da un secondo esame radiologico è risultato averne ancora è rimasto piantonato nel reparto di chirurgia, in attesa del processo per direttissima che si terrà non appena verrà dimesso dall'ospedale

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato