Contenuto sponsorizzato

Dialogare tra generazioni e raccontare "7 luoghi del cuore" della valle. Al via il progetto memoriale dell'Alta Rendena

La cooperativa Incontra ha dato vita a "Memoria e luoghi dell'Alta Val Rendena", progetto che coinvolgendo degli studenti del posto ha cercato attraverso 7 video-interviste di raccontare altrettanti luoghi simbolo dei Comuni di Carisolo e Pinzolo

Pubblicato il - 06 novembre 2020 - 11:14

CARISOLO. Raccontare “7 luoghi del cuore” per rafforzare la comunità e far incontrare persone di differenti generazioni. È questo l’obiettivo di “Memorie e luoghi dell’Alta Val Rendena”, progetto nato dalla vittoria del bando “Generazioni” organizzato dalle cooperative sociali Young inside e Inside con il supporto delle Province di Trento e Bolzano e della Regione Trentino-Alto Adige.  

 

Attraverso 7 video, la cooperativa Incontra, in collaborazione con la Biblioteca comunale di Pinzolo e con la Pro Loco di Carisolo, hanno così voluto raccontare altrettanti luoghi di interesse storico, artistico e culturale dell’Alta Val Rendena, dialogando con testimoni d’eccezione legati a doppio filo alle vicende degli spazi narrati. Tutti i luoghi rientrano nei Comuni di Pinzolo e Carisolo: il cimitero monumentale, il PalaDolomiti, la scuola materna di Pinzolo, il santuario Beata Vergine del Potere, l’eremo di San Martino, il cannone del municipio e l’antica vetreria di Carisolo.

 

Le 7 video- interviste, pubblicate prossimamente sui canali youtube e facebook della cooperativa e sul profilo Instagram MeTe (il centro servizi formativi, educativi, di orientamento e supporto psicologico della cooperativa”,  hanno come detto lo scopo di tracciare le vicende dei luoghi, ma non solo. L’idea, spiegano in una nota, vuole “far incontrare persone appartenenti a generazioni differenti per costruire una memoria condivisa e rafforzare i vincoli di solidarietà e il legame con il territorio”.

 

Protagonisti del racconto, 8 testimoni d’eccezione scelti proprio tra chi quei luoghi li ha vissuti in prima persona. Ad intervistarli, invece, gli “Opportunity catchers”, ragazzi e ragazze delle scuole superiori coinvolti da Incontra in un progetto di peer education (Tommaso Maestri, Lorenzo Catturani, Valentina Dal Pont e Nicolò Bertolini). Con il supporto storiografico di Matteo Failoni, sono stati loro a strutturare e realizzare le interviste poi finite nei 7 video di “Memorie e luoghi dell’Alta Val Rendena”.

 

Con la regia e il montaggio del videomaker Oscar Frizzi, sotto la supervisione della responsabile del progetto Ida Pellegrini e di Gaja Pellizzari e Elisa Brocchetti, “Memorie e luoghi dell’Alta Val Rendena” intende valorizzare il patrimonio di memorie e racconti condivisi all’interno della comunità, evitando così che vada disperso con lo scorrere del tempo. In questo modo, tramite le 7 video-interviste, si vuole così raccogliere e sistematizzare delle testimonianze, delle informazioni e delle memorie su alcuni luoghi simbolo dei Comuni di Pinzolo e Carisolo, offrendo i risultati a cittadinanza e turisti che frequentano la valle.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 2 dicembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
05 dicembre - 19:35
Questa la situazione rispetto ai parametri nazionali per la zona gialla: l'occupazione delle terapie intensive è al 9% (il tetto fissato per [...]
Politica
05 dicembre - 19:01
Sui social il presidente della Provincia con tanto di logo della Pat ha comunicato di aver ottenuto una qualche deroga al super (mai stato in [...]
Cronaca
05 dicembre - 18:17
Sull'Altopiano dei Sette Comuni la neve sta cadendo abbondante in queste ore e sulle strade sono già diversi i veicoli in difficoltà a causa [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato