Contenuto sponsorizzato

Un concerto virtuale per un impegno reale. Rotary Club e Genzianella insieme per Villa Sant'Ignazio. Il maestro: "Aiutiamo le persone più fragili"

Il Coro Genzianella ha partecipato con le proprie voci ad un evento organizzato dai Rotary Club di Trento e della Valsugana a favore di Villa Sant'Ignazio, cooperativa attiva da molto tempo sul territorio trentino a favore dei soggetti più sfortunati. Il maestro Andrea Fuoli: "Invito accettato di buon grado per aiutare le persone più fragili"

Di Davide Leveghi - 24 agosto 2020 - 16:14

TRENTO. Un coro virtuale per un impegno reale, a sostegno di chi da anni segue e aiuta le persone in difficoltà. È questo il senso dell'evento organizzato online dai circoli Rotary Club di Valsugana e Trento assieme al coro Genzianella di Roncogno, il tutto per raccogliere fondi da destinare a Villa Sant'Ignazio, cooperativa di solidarietà sociale molto attiva sul territorio provinciale.

 

“E' un lavoro partito dalla volontà dei due club – spiega Andrea Fuoli, maestro del coro valsuganotto – che, dopo averci seguito durante il periodo del lockdown, hanno deciso di rivolgersi a noi per un evento a sostegno di una causa nobile. Abbiamo accettato di buon grado per aiutare Villa Sant'Ignazio, cooperativa che sostiene le persone più fragili. Di per sé, poi, i fondi raccolti 'si biforcheranno' tra quelli destinati dal Rotary a progetti per l'integrazione nel mondo lavorativo e da noi coro della Genzianella a tutti gli altri messi in campo dalla cooperativa”.

 

Finito sotto i riflettori per il grande lavoro svolto durante il lockdown, il coro Genzianella è stato protagonista di diversi video rimbalzati su media e social, arrivando anche a chiudere i bollettini quotidiani della Provincia. “Durante il Covid abbiamo registrato 10 canzoni – continua – tutte visibili sul nostro canale youtube. Tra tutti 'L'inno al Trentino' è stato trasmesso anche dopo il bollettino quotidiano della Provincia di Trento sul Coronavirus. È stato un grande lavoro, tutt'altro che facile, perché ogni corista registrava la propria traccia sul telefono. Il mio lavoro consisteva nell'inviare loro la mia voce con il piano e il metronomo, traccia sopra cui il singolo corista sovrapponeva la sua parte”.

 

Mio fratello poi svolgeva il compito più pesante di assemblare tutte le parti. Per processare tutto quel carico di lavoro si è dovuto pure installare un computer apposta”, aggiunge sorridendo.

 

D'altronde, questa particolare situazione, con i concerti (e specie quelli di cori e orchestre) fortemente limitati dalla pandemia, hanno spinto ad ingegnarsi. E se qualcuno ha deciso di “congelare” le prove, altri hanno pensato di trovare soluzioni per tenere comunque i propri concerti. “Il nostro coro ha svolto due concerti – racconta Fuoli – prima di partecipare a questa iniziativa virtuale e benefica. Innanzitutto il concerto del Primo maggio. Saremmo dovuti essere a Milano, ma vista l'impossibilità di andarci abbiamo dato vita ad un concerto online che ha visto in collaborazione il nostro Comune di Pergine e quello di Locate di Triulzi, in Lombardia”.

 

“Intervallato da interventi di Enzo Iacchetti, Sebastiano Somma e Francesco Paolantoni – è stato il primo concerto di due, entrambi svolti a maggio. L'altro ci ha visti impegnati, visto che comunque nasciamo da un circolo degli alpini, in occasione dell'adunata non avvenuta a causa del contagio. È stato il nostro omaggio agli alpini”.

 

Rimanendo nei concerti virtuali, dunque, il Coro Genzianella ha deciso questa volta di dedicare le proprie voci alla causa di una cooperativa che offre servizi di accoglienza residenziale, di sostegno alla persona e di autonomia e accompagnamento all'inserimento sociale e lavorativo per giovani e adulti in difficoltà. “Per noi è la prima volta che collaboriamo con Villa Sant'Ignazio – conclude Fuoli – ma non la prima con associazioni che si dedicano al sociale. Lo avevamo sempre fatto in maniera fisica ma questa volta lo dovremo fare in via virtuale Grazie al Rotary Club per averci incluso e aver deciso di collaborare con noi”.

 

L'evento, lanciato alla fine di luglio, proseguirà per ora senza alcun termine preciso, facendo rimanere a disposizione dei possibili donatori un'Iban a cui devolvere una somma a Villa Sant'Ignazio. Ecco qui le coordinate (Villa Sant'Ignazio, oggetto “Progetti Sociali VSI”, IBAN: IT 69 R 08304 01811 000045353475).

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 novembre - 17:43

Gli 8 decessi sono quasi tutti avvenuti in ospedale (7) e 1 in RSA; si tratta di 5 donne e 3 uomini; l’età media è di 85 anni

27 novembre - 18:03

Castello Tesino si prepara a tornare in zona gialla, per Fbk i residenti attualmente positivi sono solo 19, la Pat:“ben al di sotto della soglia del 3%”. Per le attività rimaste chiuse nei tre comuni trentini dichiarati zona rossa saranno previsti ‘ristori’ aggiuntivi a quelli richiesti a livello nazionale

27 novembre - 16:59

Secondo il monitoraggio svolto settimanalmente dal Ministero della Salute, tutte le regioni e province autonome italiane sarebbero al di sotto dell'1.5 di indice Rt. In attesa di capire le decisioni del governo, tutto il Paese sarebbe così "zona gialla". Ancora problematici i parametri dell'occupazione dei letti d'ospedale e del fattore rischio

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato