Contenuto sponsorizzato

Drodesera, al via la 37° edizione. Quest'anno è "Supercontinent"

Dal 21 al 29 luglio 2017, nella cornice della centrale Fies a Dro, torna l’appuntamento con il festival delle arti performative

Pubblicato il - 20 luglio 2017 - 15:52

DRO'. Dal 21 al 29 luglio 2017 torna l’appuntamento con la 37esima edizione di Drodesera, il festival delle arti performative di Centrale Fies che da 17 anni apre al pubblico l'attivo centro di produzione artistica, perseguendo e alimentando la propria natura di realtà multiforme e la mission di presentare biodiversità artistiche e culturali

 

Il titolo di questa edizione è Supercontinent, parola chiave di Drodesera XXXVII in cui è centrale la tematica di un mondo che si presenta come una rinnovata Pangea, un ecosistema da esplorare dove la complessità permette di trattare argomenti e necessità attuali senza dimenticare la potenza della ricerca che sta nel mezzo, per farsi segno e presentarsi al pubblico senza rinunciare a immaginare nuove destinazioni a cui approdare.

 

Il festival si apre quest’anno con un week-end interamente dedicato alla 5ª edizione di Live Works Performance Act Award, la piattaforma di ricerca sulla performance, a cura di Barbara BoninsegnaDaniel Blanga Gubbay Simone Frangi

 

Da venerdì 21 a domenica 23 luglio, Drodesera presenta i progetti dei 10 artisti vincitori – selezionati quest’anno tra più di 300 candidature pervenute da tutto il mondo – accompagnati dalle opere di guest performer internazionali.

 

Live Works Vol. 5 segna un cambiamento radicale nella filosofia del premio: concepisce tutti i 10 finalisti come vincitori, immettendoli in un processo di sostegno alla ricerca a lungo termine, che si prolunga ben oltre la produzione e lo svolgimento del festival.

 

Ad aprire Supercontinent, venerdì 21 luglio, i progetti di Madison Bycroft, Mercedes Azpilicueta, Urok Shirhan e Gaetano Cunsolo, assieme all'ospite d'eccezione Mykki Blanco, eclettico rapper e performer afroamericano che arriva a Centrale Fies, durante il suo tour mondiale, per un concerto estremamente dinamico e coinvolgente .

 

Alle 19.30, va in scena Yuko & Justine di Mercedes Azpilicueta, uno script immaginario composto da gesti, movimenti e suoni composti dall'artista assieme ad una cantante e una musicista locali. Questo studio mira a nuove forme di memoria soggettiva che includano traduzioni mal poste e la trascrizione di storie personali, in modo da poter destabilizzare le categorie e i limiti di cui facciamo parte.

 

Alle 21.45, l'artista australiana Madison Bycroft presenta Mollusc theory Soft bodies una lecture performance che guarda giù nell’oceano, trovando un improbabile teorico nel corpo mollo di una seppia. Il lavoro vede il coinvolgimento di sei performer locali e mette insieme una serie di frammenti che situano il mollusco come maestro, e propone un nuovo discorso sul linguaggio, l’essere soggetto, e l’amore. 

 

Empty Orchestra di Urok Shirhan (ore 20.45 e 22.30) riprende l’etimologia della parola composta giapponese ‘karaoke’: kara significa “vuoto”, mentre ōkesutora significa “orchestra”. In questo progetto, Shirhan mette in scena una performance attraverso la quale affronta le tematiche di nazionalità, sincronizzazione e appartenenza.

 

All'inaspettato, allo scarto, all'esubero guarda invece As night falls... I'll start to build di Gaetano Cunsolo (dalle ore 21.00 - durational): performance generata dai rumori di una costruzione che si sviluppa nel buio, spazio di sopravvivenza dove un tipo alternativo di costruzione viene rivelato.

 

Sabato 22 e domenica 23 luglio verranno presentati i progetti degli altri 6 artisti vincitori di questa edizione di Live Works:  Alok Vaid-Menon, Claudia Pagès Rabal, Kent Chan, Lisa Vereertbrugghen, Mohamed Abdelkarim e Rodrigo Sobarzo de Larraechea.

 

La programmazione di Drodesera XXXVII – che conta 74 repliche in 8 giorni – prosegue fino a sabato 29 luglio e propone agli spettatori anche tanti eventi gratuiti come la prima mostra personale di Alessandro Sciarroni, intitolata 41, aperta al pubblico per tutta la durata del festival.

 

Per raggiungere Centrale Fies, tutte le sere del festival sarà a disposizione del pubblico un servizio di bus navetta gratuito attivo dalle 18.00 alle 03.00 con partenza da Piazza Repubblica di Dro.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 04 marzo 2021
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

05 marzo - 13:42
In zona gialla dovrebbero restare valle d'Aosta e Liguria, la Sardegna in quella bianca; il presidente delle Marche, Francesco Acquaroli, inserisce in zona rossa le province di Macerata e Ancona. La Provincia di Bolzano si è autoproclamata zona rossa fino al 14 marzo, mentre quella di Trento, secondo quanto affermato dal governatore, dovrebbe restare in zona arancione
05 marzo - 11:32

Coldiretti a livello nazionale ha raccolto oltre 5 milioni di chili di prodotti tipici Made in Italy a chilometri zero e di altissima qualità distribuiti poi per garantire un pasto di qualità ai più bisognosi di fronte alla crescente emergenza provocata dalla pandemia Covid

05 marzo - 11:56

Il soccorso consiglia quindi di indossare ramponcini o dispositivi similari adattabili a tutte le calzature, solo su strade pianeggianti o con lieve pendenza. In tutti gli altri tipi di terreno, è necessario utilizzare esclusivamente ramponi fissati e bloccati a dovere

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato