Contenuto sponsorizzato

Le giovani voci under 30 dell'Esemble Ad Maiora in scena a Mezzolombardo e in Santa Maria a Trento

La formazione diretta dal Maestro trentino Alessandro Arnoldo festeggia il primo anno dalla fondazione con un doppio appuntamento natalizio

Ad Maiora diretto dal maestro Arnoldo e composto da Andreatta, Arnoldi, Boller, Cappelletti, De Benedetto, Degli Agli, Di Pippo, Dorigatti, E. Filippi, V. Filippi, Gasperi, Lanzinger, F. Lorenzi, G. Lorenzi, Marsilli, Nardelli, Ranzi, Stelzer e Zen
Di Luca Andreazza - 07 dicembre 2016 - 16:52

TRENTO. L’Ensemble Vocale Ad Maiora festeggia il suo primo compleanno esibendosi in occasione delle festività natalizie. Nel corso di dicembre la formazione corale mista sarà infatti impegnata in ben due appuntamenti: il primo concerto avrà luogo a Mezzolombardo giovedì 8 alle 18.15 al tendone in Piazza delle Erbe, il secondo domenica 18 in Piazza Santa Maria Maggiore a Trento alle 12.15 (entrambe le esibizioni sono a ingresso libero. Qui info).

 

Questi appuntamenti sono parte del calendario ufficiale di eventi organizzati in Trentino per celebrare l’arrivo del Natale, quando il fascino della musica corale è più forte in ragione delle festività tradizionali: la formazione Ad Maiora, formata da giovani fra i quindici e i trent'anni, non vuole mancare l’occasione di condividere la bellezza del canto "a cappella" con la cittadinanza.

 

"Siamo orgogliosi di essere riusciti a diventare Associazione culturale nel giro di appena un anno - spiega la ventisettenne Chiara Marsilli, presidente dell'esemble Vocale Ad Maiora -. Possiamo inoltre vantare collaborazioni e sinergie importanti come la Corale città di Trento. Il repertorio spazia dal '500 ai giorni nostri, abbracciando i canti tradizionali e la musica colta. Il programma prevede i classici canti natalizi della tradizione italiana, tedesca e inglese, eseguiti in arrangiamento per coro misto a quattro voci. Un appuntamento con i brani conosciuti e amati da tutti riscoperti in una nuova veste, che li rende ancora più ricchi di armonie e pieni di fascino".

 

I concerti saranno diretti dal Maestro trentino Alessandro Arnoldo, diplomato in Direzione d’orchestra al Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano, che si è successivamente perfezionato all’Accademia Chigiana di Siena, ha partecipato nel 2015 alla Masterclass tenuta da Riccardo Muti presso la Riccardo Muti Italian Opera Academy. Il maestro ha diretto inoltre numerose prestigiose orchestre, esibendosi in Italia, Austria, Germania, Croazia, Lituania, Lettonia, Belgio e Repubblica Ceca.

 

"Siamo felici di festeggiare questo primo compleanno facendo musica, divertendo e divertendoci. Come ormai da tradizione - conclude Marsilli - anche per questa iniziativa Ad Maiora sceglie di legare la comunicazione dei propri eventi al nome di un artista trentino: l’immagine simbolo dei Concerti di Natale 2016 è una fotografia in bianco e nero di un particolare dell’esposizione “Al compiersi dell’attesa” dell’artista Bruno Lucchi. Il gruppo scultoreo in ceramica fa parte della mostra che ha sede nell’Aula San Giovanni del Duomo di Trento".

Particolare dell’esposizione “Al compiersi dell’attesa” dell’artista Bruno Lucchi. L'immagine simbolo degli eventi natalizi dell'Esemble Ad Maiora

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 novembre - 20:38

Sono 460 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 43 pazienti sono in terapia intensiva e 55 in alta intensità. Sono stati trovati 297 positivi a fronte dell'analisi di 4.323 tamponi​ molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 6,4%

26 novembre - 19:51

Mentre i contagiati comunicati da Fugatti e Segnana sono in costante calo, superati quasi ogni giorno dai guariti, il dato completo che comprende anche gli antigenici è meno rassicurante

26 novembre - 19:16

Il presidente ha fatto il punto sullo stato del contagio in Trentino spiegando che i dati sono buoni tranne quelli sulle ospedalizzazioni e le terapie intensive che sono in leggero peggioramento rispetto alla prossima settimana

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato