Contenuto sponsorizzato

Le Valli del Noce capitale del blues e del jazz, entra nel vivo 'TrentinoInJazz' festival

Quattro appuntamenti in quattro location tra le sonorità e le proposte sonore di Nick Lee & the Jingle Fellas, Accordi e disaccordi, Eccher's Hacker e Luciano Federighi, ma anche i Kilometro zero in Jazz

Nick Lee & the Jingle Fellas
Di Luca Andreazza - 18 luglio 2017 - 11:56

MALE'. Le Valli del Noce sono la capitale del jazz in questo luglio nell'ambito della quindicesima edizione del 'TrentinoInJazz' festival. La rassegna entra nel vivo con quattro appuntamenti di assoluto rilievo per quattro location che sposano le sonorità e il ritmo del blues e del jazz.

 

La kermesse inizia questa sera, martedì 18 luglio, in piazza Regina Elena a Malè, dove il brivido travolgente della musica di Nick Lee & the Jingle Fellas vi condurrà in un viaggio attraverso pezzi indimenticabili e grandi classici come quelli suonati da Blind Blake, Blind Boy Fuller, Robert Johnson e Charley Patton, che vengono completamente ri-arrangiati in una veste moderna, attraverso la diversità stilistica e timbrica di ogni singolo individuo del gruppo, permettendo così di dare carattere e trasmettere gli elementi tipici che rendono unico, nella sua semplicità, il blues.

 

Mercoledì 19 ci si sposta invece a Segno in piazza Padre Eusebio Chini dove in cartellone si trova il frizzante trio 'Accordi e disaccordi' per uno spettacolo di note e racconti divertenti. Il nome del gruppo riprende il film di Woody Allen con Sean Penn, che ricalcava la storia del grande Django Reinhardt, celebre figura al quale i musicisti si ispirano.


(Accordi e Disaccordi)

Un concerto di 'Hot italian swing' propone i classici della migliore musica jazz e manouche degli anni ’30, raccontati in chiave moderna da Alessandro Di Virgilio (chitarra solista), Dario Berlucchi (chitarra ritmica) e Elia Lasorsa (contrabbasso) e la serata è impreziosita dalla voce femminile di Valentina Nicolotti.

 

Si passa quindi a giovedì 20 luglio in quel di Mezzolombardo alla Corte del nuovo polo culturale dove sul palco sale il pianoforte di Eccher's Hackers con il loro blues che spazia dagli anni '30 a quello più moderno. A seguire il protagonista della serata, Luciano Federighi, con una serata dedicata alla musica afroamericana per eccellenza. Il grande studioso e interprete viareggino spazia a suo modo, intimo e personale, tra blues e jazz: il tutto condito dalla sua esperienza trentennale, tra l'Università della California e i viaggi negli States, che lo porta a essere un vero testimone dell'evoluzione musicale.

 

I Kilometro zero in jazz sono invece protagonisti venerdì 21 luglio a Denno al Cortile palazzo Parisi: Eleonora Merz (voce), Pino Dieni (chitarra) e Samuele Lambertini (batteria) spaziano tra i diversi stili di Ella Fitzgerald e Amy Winehouse, timida e riservata la prima, tormentata e estroversa la seconda. Un viaggio nel tempo tra timbri diversi e voci inconfondibili con il jazz come filo conduttore.

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 febbraio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 febbraio - 05:01

Secondo alcune stime, procedendo con questo ritmo, il Trentino completerà la campagna vaccinale dopo l’estate del 2023. Il ricercatore dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare di Padova: “L’impressione è che alcuni territori abbiano già raggiunto il limite giornaliero di dosi che riescono a somministrare”. Intanto dai portali nazionali le somministrazioni di AstraZeneca sarebbero ferme, in Trentino, ma non è così: ecco perché  

24 febbraio - 20:31

Sono 205 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 35 pazienti sono in terapia intensiva e 41 in alta intensità. Oggi comunicati 3 decessi. Sono 83 i territori che presentano almeno un nuovo caso di positività

24 febbraio - 21:20
Un appello anche alla Provincia da Anna Conigliaro Michelini. "La legge prevede la sospensione condizionale della pena sia subordinata alla partecipazione di percorsi specifici". Un'azione che, però, ha subito una battuta d'arresto. "Nell’ultimo anno la richiesta è aumentata esponenzialmente, ma paradossalmente la Provincia ha ritenuto di sospenderlo. Sento l’obbligo di dire al presidente Fugatti e all’assessora Segnana che, nelle circostanze che viviamo, ogni ritardo è colpevole e mette a rischio la vita di altre donne"
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato