Contenuto sponsorizzato

Un'opera "partecipativa" per vincere il Laguna Art Prize di Venezia. Ecco "Legami" di Angelo Demitri Morandini: "Una graffetta per tenere legate le storie umane"

L’artista Angelo Demitri Morandini presenterà la sua opera “Legami” al Laguna Art Prize di Venezia, concorso internazionale di arte contemporanea. L’opera è composta da punti metallici e bava, ed è stata esposta per la prima volta nel 2020 nella Galleria Contempo di Pergine Valsugana

Di Marianna Malpaga - 06 marzo 2021 - 19:29

CALDONAZZO. Il trentino Angelo Demitri Morandini è finalista del Laguna Art Prize, importante concorso internazionale d’arte contemporanea ospitato dalla laguna di Venezia dal 2006. L’artista è conosciuto per aver creato la balena blu, grande oltre 20 metri, ospitata per un paio d’anni nel lago di Caldonazzo, in occasione della Notte Blu del 2017. L’opera con la quale partecipa al Laguna Art Prize è stata selezionata tra altri 10 mila lavori, presentati da 6 mila artisti provenienti da tutto il mondo. Si chiama “Legami”, e sarà esposta all’Arsenale di Venezia dal 2 al 24 ottobre del 2021. È un’installazione interamente composta da punti metallici e bava, esposta per la prima volta nel 2020 in occasione della mostra personale “Crazy pink Propaganda”, curata da Dora Bulart, presso la Galleria Contempo di Pergine Valsugana.

 

Perché usare bava e punti metallici per costruire un’opera d’arte? “Quotidianamente milioni d’impiegati sgraffettano plichi di carta per fotocopiarla e comporre nuovi fascicoli da inviare a qualcuno o archiviare – spiega l’autore, Angelo Demitri Morandini - fascicoli che contengono la vita giuridica, economica, psicologica e sociale di persone. Minuscoli punti metallici tengono insieme importanti storie umane che un’altra persona a sua volta dovrà leggere, analizzare, interpretare, giudicare. Vite collegate tra loro che formano una trama complessa di relazioni. La graffetta è proprio quel piccolo, cruciale elemento che tiene insieme quelle storie umane scritte su carta. Per questo motivo possono considerarsi frammenti rappresentativi di mondi e vite”.

 

Le graffette usate per comporre “Legami” sono state raccolte attraverso un processo d’arte partecipativo che ha coinvolto gli impiegati di un palazzo di Giustizia italiano per circa tre mesi, nel 2020. L’ammasso di graffette, alto tre metri e sospeso dal soffitto al pavimento, non è regolare. Sembra piuttosto frutto del caso, ed è in costante tensione precaria. “L’installazione – aggiunge Morandini – si fa interprete dell’esistenza umana, parziale, fragile, priva di un fine”.

 

Gli artisti selezionati per il Laguna Art Prize sono 120. Sono stati scelti da una giuria internazionale, composta da importanti curatori e direttori museali, tra i quali Bénédicte Alliot della Cité Internationale des Arts di Parigi, Nathalie Angles del Residency Unlimited negli Stati Uniti, Lorenzo Balbi del Museo d’Arte Moderna di Bologna, Marcus Fairs di Dezeen nel Regno Unito, Matteo Galbiati, Sophie Goltz, Toshiyuki Kita e Beate Reifenscheid del Ludwig Museum Koblenz.

 

Nei piani futuri di Angelo Demitri Morandini c’è anche una mostra alla Galleria Contempo di Pergine Valsugana, intitolata “Dante Fluttuante”, che si terrà nel mese di maggio. “Ho immaginato e trattato le parole della Divina Commedia e delle sue cantiche – spiega Angelo Demitri Morandini – come gruppi di persone reali di una società immaginaria. Ho raccolto migliaia di dati e utilizzato moderni software di analisi sociale ottenendo figure che evocano il cosmo, le costellazioni e le cellule che richiamano l’origine della vita”.

 

La videoinstallazione che dà il titolo alla mostra, “Dante Fluttuante”, è nata grazie alla collaborazione con il compositore e musicista Maurizio Facenda, che suona in diverse band, i Mamalbao, gli Orcomondo e la Bruta Banda.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 aprile 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
22 aprile - 13:00
L'altra questione posta all'attenzione del presidente del Consiglio Draghi riguarda i gettiti fiscali arretrati derivanti anch'essi dal Patto di [...]
Ambiente
22 aprile - 13:25
Negli scorsi giorni sono state trovate morte centinaia di api nella zona di Caldonazzo, da qui viene evidenziata la necessità di accelerare [...]
Politica
21 aprile - 17:17
In totale sono stati 211 i contadini che sono riusciti a inoltrare domanda, 185 dei quali residenti in val di Non. Alessio Manica ha depositato una [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato