Contenuto sponsorizzato

In Alto Adige non si trovano i postini e Poste Italiane bandisce un concorso

In passato la ricerca di nuovo personale aveva dato esito negativo. Questa volta, invece, rispondono in 80

Pubblicato il - 31 ottobre 2017 - 19:01

BOLZANO. In Alto Adige per 25 posti da portalettere si sono presentati in 80 candidati. A indire il concorso è stata Poste Italiane a seguito di alcuni pensionamenti e la richiesta di un numero di portalettere maggiore.

 

In realtà già in passato Poste Italiane aveva aperto delle posizioni lavorative come porta lettere senza però ricevere alcuna proposta. Ora il nuovo concorso sembra invece aver racconto l'interesse di molti.

 

“A partire da novembre – ha spiegato il governatore Arno Kompatscher - in 500 comuni italiani il servizio postale subirà una riduzione, con la consegna a giorni alterni. Ciò non avverrà in Alto Adige, grazie alla competenza recentemente acquisita e all'accordo siglato ad aprile tra Provincia e Poste italiane”.

 

Con il 5 novembre Poste italiane Spa, infatti, avvia il servizio di recapito a giorni alterni in 12 Regioni e 500 Comuni, in attuazione graduale della delibera AGCOM (Autorità per le garanzie nelle comunicazioni) che prevede la consegna a giorni alterni nei Comuni fino a 200 abitanti per kmq. Questa riduzione avrebbe coinvolto anche 26 Comuni altoatesini nella parte orientale del territorio, ossia val Pusteria e val Badia. 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 6 marzo 2021
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

06 marzo - 20:03
Sono 233 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero. Oggi comunicati 4 decessi. Sono 84 i Comuni che presentano almeno 1 nuovo caso di positività
06 marzo - 20:03

L'estate scorsa ci sono voluti 40 giorni in più rispetto agli altri anni per dare semaforo verde a questo servizio fondamentale e in quel lasso di tempo erano, purtroppo, morte affogate nei laghi trentini quattro persone. Questa volta si è giocato in anticipo, già disposto il dislocamento estivo dei sub direttamente all'eliporto Caproni

06 marzo - 15:14

Ha preso avvio il progetto pilota per effettuare l'autotest nasale nelle scuole primarie altoatesine. Dopo il no della Ripartizione italiana, sono state 11 le strutture che hanno preso parte, con 1145 bambini su 1673 testati, di cui 3 risultati positivi. L'assessore alla Salute Thomas Widmann: "Il metodo sembra funzionare"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato