Contenuto sponsorizzato

Aumentano i prezzi e per le famiglie trentine stangata da 600 euro

L'aggravio annuo viene calcolato su una famiglia di 4 persone. Bolzano al primo posto mentre Trento al secondo nella graduatoria dei capoluoghi più cari, in termini di maggior spesa

Pubblicato il - 15 giugno 2018 - 12:50

TRENTO. Bolzano e Trento continuano ad essere in testa alla graduatoria dei capoluoghi più cari, in termini di maggior spesa. Per quanto riguarda Bolzano, con il picco dell'inflazione, 1,8%, equivalente, per una famiglia da quattro componenti, ad una spesa supplementare su base annua di 1.007 euro (767 per la famiglia tipo Istat da 2,4 componenti), contro una media per l'Italia di 386 euro (303 per la famiglia tipo).

I dati sono arrivati dall'Unione nazionale dei consumatori (Unc) e riguardano le rilevazione fatte dall'istituo di statistica nazionale su maggio.

 

Al secondo posto della graduatoria l'associazione vede Trento, dove il rialzo dei prezzi si attesta dell'1,3%. Questo ha determinato un aumento del costo della vita, per una famiglia di quattro persone, pari a 664 euro (410 per la famiglia media Istat).

 

Al terzo posto troviamo invece Bologna dove l'inflazione dell'1,2% comporta un aggravio annuo di spesa di 576 euro (482 per la famiglia tipo).

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.35 del 11 Dicembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

12 dicembre - 05:01

A sinistra sembra cominciato il gioco più amato di quest'area politica: la tafazziana scissione. Il partito di Boato e Coppola probabilmente conta di sfruttare l'onda lunga dei movimenti ambientalisti in Europa ma proprio nome e simbolo rischiano di renderli poco attrattivi e di legarli a vecchie logiche. Molto dispiaciuto il presidente di Futura: ''Non sarà una lista in più a darci maggiore chance di vittoria''

11 dicembre - 19:46

Il versamento a Fratelli d'Italia è apparso nell'ultima inchiesta fatta dall'Espresso. L'attuale presidente dell'associazione è Sergio Berlato, ex Alleanza Nazionale e eletto in Europarlamento quest'anno con Fratelli d'Italia. L'ex presidente dei cacciatori è stata eletta nel 2018 in Parlamento sempre con il partito della Meloni 

11 dicembre - 16:21

Il sindacato si scaglia contro il disegno di legge sponsorizzato da Fugatti “Ritorsioni della provincia verso i familiari dei condannati”. Qualora la norma fosse approvata la Fiom fa appello al governo nazionale “affinché blocchi questo gravissima e insensata deriva della democrazia”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato