Contenuto sponsorizzato

Mercato dell'auto, Trentino Alto-Adige e Valle d'Aosta trainano l'Italia. Da sole rappresentano il 18% complessivo

In Trentino Alto Adige 298.972 unità (+15,6%).  A livello nazionale aumento medio del 7,9%. In particolare, il noleggio aumenta del 18,2% e la vendita a società del 27,5%. E' invece in calo, come succede ormai da anni, la vendita ai privati, -1,8%

Pubblicato il - 15 gennaio 2018 - 20:15

TRENTO. Se si calcolano da sole le vendite di automobili di Trentino Alto Adige e Valle d'Aosta, queste due regioni rappresentano il 18% del mercato complessivo delle immatricolazioni. Nelle due regioni, rispettivamente, le vendite sono aumentate del 16% e del 20%.

 

Un anno molto buono, quindi, per il mercato dell’auto in Italia che è cresciuto complessivamente del 7,9%. In particolare, il noleggio aumenta del 18,2% e la vendita a società del 27,5%. E' invece in calo, come succede ormai da anni, la vendita ai privati, -1,8%.

 

Un dato, quest'ultimo, che deriva dall'aumento del noleggio a breve e lungo termine. Nel 2017, comunque, il maggior numero di automobili è stata venduta ai privati residenti nel Nord Ovest (32%) e nel Centro (24%), con le regioni del Nord-Est che seguono a ruota (23%), mentre il Sud resta indietro (21%). 

 

La Regione dove sono state vendute più auto ai privati è la Lombardia (20%), seguita dall’Emilia Romagna (10%), dal Lazio (9,6%), dalla Toscana, dal Veneto e dal Piemonte (9%). Il mercato delle auto aziendali domina in particolare in Piemonte e Lombardia, con quote rispettivamente del 26% e del 19%.

 

Ma vediamo nel dettaglio per regione i dati del 2017 sulle immatricolazioni:

Valle d’Aosta 59.963 unità (+20,4%)
Piemonte 219.787 unità (+23,2%)
Lombardia 322.894 unità (+4,7%)
Liguria 35.594 unità (+1,4%)
ITALIA NORD OVEST 638.238 unità (+11,6%)

 

Friuli Venezia Giulia 36.641 unità (+8%)
Trentino Alto Adige 298.972 unità (+15,6%)
Veneto 145.541 unità (+2,9%)
Emilia Romagna 153.825 unità (+4,4%)
ITALIA NORD EST 634.979 unità (+9,2%)

 

Toscana 172.860 unità (+1,1%)
Umbria 25.646 unità (+2,7%)
Marche 42.215 unità (+2,7%)
Lazio 155.941 unità (+7,8%)
ITALIA CENTRO 396.662 unità (+3,9%)

 

Abruzzo 29.557 unità (+2,6%)
Basilicata 8.878 unità (-0,4%)
Campania 66.292 unità (-0,6%)
Molise 4.121 unità (+2,6%)
Puglia 57.688 unità (+3,4%)
Calabria 30.943 unità (+5,8%)
Sicilia 67.982 unità (+1,8%)
Sardegna 30.733 unità (5,6%)
ITALIA SUD E ISOLE 296.194 unità (+2,4%)

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

21 ottobre - 19:49

Purtroppo si registra anche un nuovo positivo a Cembra Lisignago dove si era sviluppato il più grosso focolaio legato alla popolazione residente che ha un rapporto dell'0,85% di positivi per residenti. Dato più alto nel comune vicino, ad Altavalle (1% di popolazione positiva). Altri tre comuni sopra lo 0,75%

21 ottobre - 20:14

La notizia è stata battuta da Reuters e ripresa in tutto il mondo. Il fatto sarebbe avvenuto in Brasile e la conferma arriva dall'Università di San Paolo

21 ottobre - 17:39

Tra i nuovi positivi, 71 presentano sintomi, 13 casi riguardano minorenni, dei quali 2 contagiati sono nella fascia di età 0-5 anni e altri 11 ragazzi si collocano nella fascia 6-15 anni, mentre 13 infezioni riguardano over 70 anni

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato