Contenuto sponsorizzato

Spinelli: ''Mercato del lavoro si rafforza in Trentino'', Ugo Rossi: ''Un altro miracolo. Anche quello, come la sanità, dicevano che era un disastro''

Il 33° Rapporto sull’occupazione in provincia di Trento, mostra nei primi nove mesi del 2018 (quindi di governo di centrosinistra) ancora una crescita dell'occupazione e un calo della disoccupazione (che raggiunge i livelli minimi del 3,1%). Soddisfatto l'assessore, polemico l'ex presidente: ''Ma prima non dicevano che andava tutto male?''

Di L.P. - 18 dicembre 2018 - 19:54

TRENTO. ''Continuano i miracoli! Dopo la sanità anche il lavoro. Anche quello due mesi fa era un disastro''. Così Ugo Rossi dopo che l'assessore al lavoro Spinelli ha commentato i dati per i primi 9 mesi del 2018 (dunque quando c'era la passata amministrazione guidata proprio dal leader del Patt) sull'occupazione con queste parole: ''Da questo rapporto emerge che il mercato del lavoro rafforza i buoni segnali dell’anno precedente, con una ulteriore crescita della domanda di lavoro, che l’occupazione femminile è aumentata, che c'è un impatto positivo anche nella fascia dei lavoratori fra i 45 e i 54 anni''.

 

 

Un ''miracolo'' per Ugo Rossi che si aggiunge al ''miracolo'' di ieri, quando Fugatti e Segnana allo scambio degli auguri dell'azienda sanitaria, hanno definito quella trentina ''una sanità d'eccellenza''. Effettivamente l'attuale maggioranza ha vinto le elezioni ripetendo ininterrottamente che tutto andava male, attaccando ad ogni livello, dalla sanità al mercato del lavoro che avrebbe ''favorito'' stranieri e migranti invece che dire ''prima i trentini''. Ora che sono al governo, evidentemente, il giudizio sta cambiando e, dati alla mano, si accorgono che tutto sommato non sarà facile fare di meglio (anche perché il Trentino è al top di quasi tutte le classifiche nazionali tra vivibilità, benessere, occupazione, università e ricerca e chi più ne ha più ne metta).

 

Tornando ai numeri i primi nove mesi del 2018 mostrano che il mercato del lavoro in Trentino rafforza i buoni segnali dell’anno precedente, con una nuova crescita del numero degli occupati e della domanda di lavoro delle imprese e un forte calo dei disoccupati, che raggiunge nell’ultimo trimestre, livelli minimi del 3,1%.

 

A confermarlo è il 33° Rapporto sull’occupazione in provincia di Trento, presentato nella mattinata dall’assessore provinciale allo Sviluppo economico, ricerca e lavoro, Achille Spinelli insieme al presidente dell’Agenzia del Lavoro, Riccardo Salomone. Fra i relatori anche Giulio Zanella, Franco Fraccaroli, Barbara Poggio, Stefano Sacchi, Isabella Speziali.

Nei primi nove mesi del 2018 i dati dell’Istat evidenziano un aumento dell’occupazione pari a 1.400 unità e un calo di 2.900 persone in cerca di lavoro. Anche i dati sulla domanda di lavoro delle imprese mostrano una dinamica di aumento, con le assunzioni che rispetto ai primi nove mesi del 2017 crescono di 15.759 unità e del +14,9%.

“Da questo rapporto – ha sottolineato l’assessore Spinelli - emerge il mercato del lavoro che rafforza i buoni segnali dell’anno precedente, con una ulteriore crescita della domanda di lavoro. Ma questa è anche l’occasione per fare alcune riflessioni più generali. I risultati della valutazione comparata che abbiamo condotto, con modalità innovative, evidenziano che l’occupazione femminile è aumentata, fino a 4 punti percentuali, soprattutto per quanto riguarda le donne più giovani. Un impatto positivo si rileva anche nella fascia dei lavoratori fra i 45-54, con una crescita di 2 punti percentuali''.

 

''La congiuntura economica aiuta - prosegue - ma dobbiamo ‘spingere’ ulteriormente sui livelli di attivazione, confrontandoci anche con esperienze e metodologie internazionali. La formazione è fondamentale per accrescere la qualità del lavoro, favorire l’adattamento ai nuovi lavori, diminuire i tempi di attesa fra la fine di un percorso lavorativo e l’inizio di un altro. Non sappiamo quali saranno i lavori del futuro ma sappiamo che sarà necessaria l’attudine all’apprendimento. I Centri dell’impiego rappresentano a loro volta un presidio importante sul territorio ed in particolare nelle nostre valli, e dovranno essere rafforzati anche pensando a task force appositamente formate”.
 

 La novità del 2018: valutazione degli effetti delle politiche del lavoro in provincia di Trento

 

Nel corso della presentazione del Rapporto sono stati esposti i risultati di uno studio di valutazione delle politiche del lavoro introdotte in provincia di Trento a sostegno dell’occupazione delle fasce deboli e svantaggiate, dell’occupazione femminile e per favorire l'ingresso dei giovani nel mercato del lavoro. Gli effetti di queste politiche sul mercato del lavoro sono stati analizzati in serie storica dal 2011, anno di partenza del Documento, fino allo scorso anno, il 2017. Queste misure si sono tradotte in una migliore performance del mercato del lavoro della provincia di Trento per i soggetti destinatari? I risultati della valutazione, condotta col metodo del controllo sintetico, cioè attraverso un confronto con un’unità di controllo costituita da un gruppo di altre province italiane (Bolzano, Cuneo, Mantova, Prato, Ferrara, Bologna) che nel periodo antecedente al 2011 avevano una dinamica del tutto simile a quella della provincia di Trento, si possono riassumere in tre punti.

- Primo: l’effetto più visibile riguarda l’occupazione femminile, che è progressivamente aumentata in provincia di Trento, più velocemente che nel gruppo di controllo sintetico, fino a 4 punti percentuali.

- Secondo: le misure valutate hanno contribuito a ridurre la disoccupazione delle donne più giovani (18-29 anni) fino a 4 punti percentuali.

- Terzo: emerge un impatto positivo fino a 2 punti sull’occupazione maschile nella fascia di età 45-54, cioè la fascia più rappresentata all'interno dei lavori socialmente utili.

Video del giorno
Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 17 gennaio 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

18 gennaio - 05:01

Il governatore del Trentino intende incontrare il ministro pentastellato, che aveva impugnato il ddl lupo della precedente giunta provinciale, per avviare un confronto e risolvere le criticità. Dorfmann: "Dicotomia tra le aree di montagna e le zone rurali da un lato contro le popolazioni metropolitane dal maggior peso elettorale e che non comprendono le nostre difficoltà dall'altro"

18 gennaio - 11:57

Entrambe sono state trasportate all'ospedale Santa Chiara fortunatamente con ferite lievi. Sul posto i carabinieri e i vigili del fuoco 

18 gennaio - 11:07

A prendere fuoco una lampada o una presa sul balcone, poi gli scuri e il tetto della mansarda. Il comandante Acler: ''Per spegnere l'incendio al lavoro circa 60 uomini. Alle 23 sopralluogo con la termocamera''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato